fbpx

LETTERATURE DAL MONDO

VERSO EST

Iliyana Deleva – Mi metto in veste adamitica…

Mi metto in veste adamitica – non sono nuda, perché la vitiligine è un abito da donna che ugualmente copre e scopre la ragione che la provoca. Traduzione di...

Iliyana Deleva – Il ricordo sul muro

L’ombra del rosso è marrone – graffito sul muro dell'Accademia Nazionale di Belle Arti. Oggi non c’è più. Il muro è stato ripulito, rinnovato. Su quel muro vissero anche...

WORDS FROM IRELAND

June Caldwell – Upcycle: strani avvenimenti a Botanic Road

È difficile dire se valga la pena raccontare questa mia storia, soprattutto nel contesto in cui ci troviamo, visto che così tanti di noi...

Lauren Foley – Hot Rocks

Villaggio costiero, provincia nord di Dublino, Irlanda, 1993  Il suo primo ragazzo aveva l’abitudine di baciarla dopo il caffè e le arance. Era uno strano...

Lauren Foley

Lauren Foley è irlandese/australiana. Nel 2016, ha vinto il premio inaugurale Overland/Neilma Sidney Short Story, ed è stata selezionata per @ Writing.ie/BGEIBAs  come Racconto...

Nuala Ní Chonchúir – La rossa Massey Ferguson

Lui la chiama Beata, Adorata, la cavalca per sentire la sua potenza squisita; quando non si gira lui la blandisce con toni che una zitella potrebbe usare...

David Butler – La capra

Insieme alla rumorosa Monotonia della campana La capra porta la propria puzza dell’autosufficienza, una pelle spessa, buttata su come un drappo a pelo lungo su un cavallo di solido muscolo. La fessura...

Afric McGlinchey – Da Cape Town a Strand, terza classe

Fisso le scarpe: consumate, macchiate di pittura, alcune mostruose, alcune sfondate, come bocche, da tempo cadute nel silenzio. Ma le mani parlano, e i corpi, improvvise con gesti...

LA PIETRA

Claire Loader – Qetesh

            Una dea siede in fondo al mio letto, Visita queste notti di veglia. Dove i pensieri corrono Più delle dita, le mani diffidenti Della distanza. Invece noi ci...

Claire Loader – abbiamo detto addio un mercoledì

            esistevi ancora prima che mi svegliassi prima che dovessi fare pipì ti ho messo in rotta di collisione con la gravità prima che ballassi con me nella doccia allora...

Claire Loader – Passante

Certi giorni mi sento un osservatore. Guardo i miei seni scendere un po’, le rughe più profondamente segnarmi. Guardo le mani di seta del tempo scivolare davanti ai miei occhi, trascinando la...

Claire Loader – Spogliati

Immagino di spogliare i muri e che essi ci crollino intorno. I mobili, i quadri, la scultura che abbiamo preso a Sorrento, gli oggetti che ci hanno composto, polvere ai nostri...

Claire Loader

Claire Loader è nata in Nuova Zelanda e ha trascorso diversi anni in Cina prima di trasferirsi nella contea di Galway, in Irlanda.  Il...

Elizabeth Power – Polvere

Ci vuole mezza settimana per scrivere di una donna che ha un feticcio da scarpe, ma io insisto. L'odore di pelle, tacchi bassi e...

Elizabeth Power – Il rogo delle donne di Cong

Ci incontravamo spesso e i tempi erano umidi Prima dell'inizio del pogrom Era la luce del cerchio che alleggeriva la nostra situazione E rendeva certo il nostro...

Elizabeth Power

Elizabeth Power ha un Bachelor of Arts (hons) in Studi femminili presso la National University di Galway, Irlanda (1996) e un Master od Arts...

Aoife Casby – […]

I A partire dal desiderio, il testo è stato creato. Sex. Ex.* Il punto è scrivere e non aver paura. X. La resistibile idea di baciarsi. Inizia nella pancia, la...

MARE BILINGUE

Barbara Ungar – Tua mamma mette in tavola la lingua

Come hai potuto ficcarti in bocca la lingua di un’altra creatura? Come hai potuto addentarla, masticarla, ingoiarla? Cannibale. Indecente. Come hai potuto capire la differenza tra una lingua di mucca e...

Franco Buffoni – Le lingue delle madri

Da tre anni qui a Roma ho un compagno Turco, di etnia curda. Comunista, torturato in galera, Conosce gli uomini e la vita divora, quando può. Qui a...

Franco Buffoni

Franco Buffoni (Gallarate, 1948), professore ordinario di critica letteraria e letteratura comparata, vive a Roma. Ha pubblicato le raccolte di poesia Nell'acqua degli occhi...

Gwyneth Lewis – Lingua Madre

            ‘Iniziai a tradurre nel settantatré nel cortile della scuola. Per spasso anzitutto – l’occasionale “cazzo” per il mordente del fumo d’un’altra lingua in fondo alla gola, i...

Gwyneth Lewis

Gwyneth Lewis è parlante bilingue (gallese e inglese); dopo il riconoscimento quale poetessa in lingua inglese, al tempo dei sui studi oxoniensi, nei primi...

From the Kitchen: Mare Bilingue

Come nasce una nuova rubrica di Inkroci? Come viene concepita un’antologia? Voi che leggete questa presentazione siete testimoni dell’incipit di un progetto transnazionale legato...