fbpx

IL RACCONTO BREVE DI INKROCI

Raccolta di racconti brevi di scrittori italiani e irlandesi, Racconti classici

 

Queste rubriche sono il nucleo essenziale del nostro periodico. Crediamo nell’opportunità di riscoprire questa forma letteraria, poco frequentata in Italia e molto di più all’estero, che molto ha dato e continua a dare alla letteratura. Abbiamo deciso di dividere i racconti fra “lunghi” e “brevi” per facilitare la scelta del lettore, e di inserire i “classici” perché riteniamo che abbiano ancora molto da dire anche se appartengono al passato.

I RACCONTI BREVI

Laura Scaramozzino – Bianco

Suona il citofono: un trillo di seguito all’altro. Mentre mamma sta finendo di vestirsi, vado ad aprire. Dovrebbe essere il momento esatto in cui...

Mattia Di Carlo – Un giro di basso

Qualcuno dei miei nuovi vicini sta ascoltando i Talking Heads. Chi diavolo è che ascolta David Byrne & co. a palla alle dieci del...

IL RACCONTO LUNGO

I CLASSICI

Iginio Ugo Tarchetti – La lettera U (Manoscritto d’un pazzo)

U! U! Ho io scritto questa lettera terribile, questa vocale spaventosa? L'ho io delineata esattamente? L'ho...

Luigi Pirandello – Nel segno

Come seppe che nella mattinata gli studenti di medicina sarebbero ritornati all’ospedale, Raffaella Òsimo pregò...

Gertrude Stein – Johnny Grey

Lui cosa ha detto? Non ero d’accordo con lui. Disse di non averlo presso di sé. Disse. In...

Kate Chopin – Il figlio di Désirée

Mentre la giornata scorreva piacevolmente, Madame Valmondé raggiungeva l’Abri per andare a fare visita a...

T.S. Eliot – Eeldrop e Appleplex

I Eeldrop e Appleplex affittarono due piccole camere in una zona malfamata della città. A volte...

L'ANGOLO DEI POETI

Fabio Strinati – Dedicherò questo sole così caldo…

            Dedicherò questo sole così caldo agli alberi che albergano in un ramo; un orto benedetto mi donerà un tramonto senza fine e le cicale torneranno a cantare. Dall...

Ellen Bass – Indaco

Mentre cammino sulla West Cliff Drive, un uomo corre verso di me spingendo uno di quei passeggini da jogging con ammortizzatori che permettono al bambino di...

Fabio Strinati – Vienna ricoperta da uno strato di freddo

            Vienna ricoperta da uno strato di freddo penetra nel cuore, una lancia nella nebbia e nel tempo è quel verso di poesia nuda, asciutta in gola scruta in...

Daìta Martinez – strada d’albicocco…

            strada d’albicocco dalle mani s’odora il silenzio del treno ; ancora una carezza e un passo sulla via le mani pianissimo sfiorarsi dal sorriso rosa bianca bianca ; un silenzio solo due malinconie non sai angelo del...

Daìta Martinez – cqua…

            cqua morbida a scendere perdonando dai vicoli l’imperfetto del tempo è sapore la bocca pigghia lu core bene mio c’havi siti a picciridda e li manuzze teni araciu pi nun rumpiri l’incantu r’accussì dilicatu è lu ciatu ca si fa scantu a sciusciare sutta...

Daìta Martinez – chiasso notturno…

            chiasso notturno attende sfogliata ai rami l’assedio lentissimo copre angelica il covo brigante passato batticuore l’aria rivolta sofferma clemenza oh dèi

Ellen Bass: il meglio di se stessi deve brillare come polvere...

Non ho ancora letto il lavoro completo di Ellen Bass ma la trovo una delle più interessanti autrici contemporanee per il processo di scrittura...

Fabio Strinati – Vermelis dentro uno spazio breve…

Vermelis dentro uno spazio breve si sparge nell’aria un tocco d’algebra e di violino. I suoni, producono versi di liquore distillati coi colori dei campi, febbricitanti nostalgia. Vermeille in engem Raum, durch...

Ellen Bass – Richiamo mammografia a ultrasuoni

Ebbene questo è ciò per cui sono qui, per guardare dentro al silenzioso peso del mio seno destro, una generosa manciata del tesoro che desideravo da...