fbpx

IL RACCONTO BREVE DI INKROCI

Raccolta di racconti brevi di scrittori italiani e irlandesi, Racconti classici

 

Queste rubriche sono il nucleo essenziale del nostro periodico. Crediamo nell’opportunità di riscoprire questa forma letteraria, poco frequentata in Italia e molto di più all’estero, che molto ha dato e continua a dare alla letteratura. Abbiamo deciso di dividere i racconti fra “lunghi” e “brevi” per facilitare la scelta del lettore, e di inserire i “classici” perché riteniamo che abbiano ancora molto da dire anche se appartengono al passato.

I RACCONTI BREVI

Silvio Donà – Serial Killer

Rocco non aveva particolari motivi per odiare le vecchie. Eppure le odiava ferocemente. Il solo vederne una arrancare per strada con la busta della spesa, o...

Antonia Buizza – Immortalità

Ho conosciuto Maicol alle elementari, ma solo tre anni fa ho capito quanto valeva. Era passato nell’arco di uno sputo da cento amici scarsi a...

IL RACCONTO LUNGO

I CLASSICI

Iginio Ugo Tarchetti – La lettera U (Manoscritto d’un pazzo)

U! U! Ho io scritto questa lettera terribile, questa vocale spaventosa? L'ho io delineata esattamente? L'ho...

Luigi Pirandello – Nel segno

Come seppe che nella mattinata gli studenti di medicina sarebbero ritornati all’ospedale, Raffaella Òsimo pregò...

Gertrude Stein – Johnny Grey

Lui cosa ha detto? Non ero d’accordo con lui. Disse di non averlo presso di sé. Disse. In...

Kate Chopin – Il figlio di Désirée

Mentre la giornata scorreva piacevolmente, Madame Valmondé raggiungeva l’Abri per andare a fare visita a...

T.S. Eliot – Eeldrop e Appleplex

I Eeldrop e Appleplex affittarono due piccole camere in una zona malfamata della città. A volte...

L'ANGOLO DEI POETI

Pina Piccolo – Avrei voluto essere patti smith

Avrei voluto essere patti smith Ciocche di grigio ribelle Indomito viso scarno La giacca quella strapazzata di Horses che penzola noncurante da una spalla E continuare a marcare con il piede smilzo quell’innata dissonanza Ma la metamorfosi che mi colpì fu...

Franco Arminio – “Nessuno può vivere…”

Nessuno può vivere totalmente a carne viva, senza una qualche forma di anestesia, ma adesso siamo chiamati a questa prova, al totale abbandono alla poesia. (2003)

Franco Arminio – “L’esistenza educa…”

L’esistenza educa le forme ad appassire. Dal mio nome ogni giorno cade una lettera. (1979) Qui un'intervista esclusiva a Franco Arminio, di Alessia Bronico.

Franco Arminio – “Nel ronzio pasquale…”

Nel ronzio pasquale lunga e nera la carovana dei fedeli. Un clamore frigido segue la figura incerata, il santo. (1977) Qui un'intervista esclusiva a Franco Arminio, di Alessia Bronico.  

Franco Arminio

Franco Arminio è nato e vive a Bisaccia, in provincia di Avellino. Collabora con il Corriere della sera, Il manifesto, e Il Fatto Quotidiano...

Gordiano Lupi – Litania su Piombino

L’idea di questa poesia dedicata a Piombino viene dalla lettura di Giorgio Caproni e della sua Litania, una lirica per Genova, contenuta nella raccolta...

Franz Krauspenhaar – Bambino cattivo

Sono un bambino cattivo, spingo la sedia a rotelle di dio e lo lancio dal burrone, lo guardo saltare nel canyon di tutte le pie morti, salutare la...

Franz Krauspenhaar – Per vendetta

Fare un libro per occupare la mente è musicare gerani di cimitero. Oggi mia madre urlava, ché l’ho scritta morta – alla fine tutti vogliono campare, gli impiccati,...

Gerald Nicosia – Ferlinghetti

per Neeli Cherkovski Lawrence non mi ha mai permesso di trattarlo come un uomo famoso. Mi sono seduto a intervistarlo un ragazzo acerbo del Midwest di 27...