fbpx

Daja Mora – I giorni bui

I giorni bui possono essere i più chiari nella mente di un poeta si trovano rimedi lirici per guardare a questo tempo e riflettere e ricordare di...

Heiko H. Caimi – Dal pozzo (J’accuse)

Se abbiamo paura delle opinioni che non vanno per la maggiore, se ci spaventa chi non la pensa come noi, se non abbiamo il coraggio di...

Silvio Donà – L’arrivo della prima copia

«È arrivato!». La voce di mia moglie al telefono è concitata, persino un po’ allarmata. «Sicura?» chiedo. È una domanda stupida, me ne rendo conto. «Come sarebbe...

Heiko H. Caimi – Poesie nel vento

La piazza. I portici. La torre dell’orologio, che dal palazzo del municipio svetta alle spalle della piazza, ricordando ai cittadini la labilità del tempo....

Silvio Donà – Ma non è un Aifon?

Scena: lo scompartimento affollato di un (lurido, ma che lo preciso a fare?) treno italiano. Un tizio con i jeans e una giacca sportiva...

Heiko H. Caimi – L’ossessione è altrove

-Ma scrivere che cosa? -Scrivere l’ossessione, la morte. -Quale ossessione? Quale morte? -Scrivere dell’ossessione, scrivere della morte. -Non capisco. -Non puoi. Non puoi, se non vuoi. -Se non voglio che...

Silvio Donà – Extraterrestre vs commercialista

Cosa penserà la gente di me? Che sono un ebete. Chiaro. Difficile dargli torto. Che vuoi pensare di uno che, seduto al tavolo di una pizzeria...

Heiko H. Caimi – A tempo parziale

«La direttrice si è persino commossa», rilevò Irina, caporedattrice di Amoreux. «Ne sono felice», rispose Imerio all’altro capo del telefono. Ma non spirava felicità dalla...

Gabriella Tonin – Zia Serafina

L’amore per la lettura è un suo regalo. Riservata e, a detta di qualcuno, un po’ scontrosa, zia Serafina ha silenziosamente atteso la pensione;...

Silvio Donà – Papa’, ma tu che lavoro fai?

Soggiorno di un appartamento borghese. Un uomo, sulla quarantina, in jeans e camicia di cotone, siede sul divano con il computer portatile sulle ginocchia....