Valerio Evangelisti – Antracite

0
895

Il carbone li seppellirà

Eccellente romanzo storiografico, anche se meno appassionante dei successivi. Valerio Evangelisti, irragiungibile nella sua saga di Eymerich, stenta a trovare la propria voce, e la narrazione risulta freddina e non pienamente coinvolgente. Gli elementi fantastici, introdotti solo nella seconda parte del libro, nulla aggiungono a una trama complessa e dai molti risvolti sociali, risultando un po’ fuori luogo. Ma la storia, che si dipana attraverso alcuni momenti fondanti la politica sociale degli stati Uniti, è precisa e ben congegnata, induce il lettore a riflettere ed è ben documentata (imperdibile la bibliografia al termine del volume). Tanto che ci si appassiona alla Storia più che al personaggio. Evangelisti farà di meglio con “Il collare di fuoco”, “Il collare spezzato”, “Noi saremo tutto“, “Tortuga”, “One Big Union” e “Il sole dell’avvenire”, ma questa svolta nella sua narrativa è felice, e il libro vale una lettura non superficiale.

Leggi l’intervista a Valerio Evangelisti

SHARE
Articolo precedenteMarco Vichi – Morte a Firenze. Un’indagine del commissario Bordelli
Articolo successivoGeorges Simenon – L’uomo che guardava passare i treni
Heiko H. Caimi
Heiko H. Caimi, classe 1968, è scrittore, sceneggiatore, poeta e docente di scrittura narrativa. Ha collaborato come autore con gli editori Mondadori, Tranchida, Abrigliasciolta e altri. Ha insegnato presso la libreria Egea dell’Università Bocconi di Milano e diverse altre scuole, biblioteche e associazioni in Italia e in Svizzera. Dal 2013 è direttore editoriale della rivista di letterature Inkroci. È tra i fondatori e gli organizzatori della rassegna letteraria itinerante Libri in Movimento. Collabora con il notiziario "InPrimis" tenendo la rubrica "Pagine in un minuto" e con il blog della scrittrice Barbara Garlaschelli "Sdiario". Ha pubblicato il romanzo "I predestinati" (Prospero, 2019) e ha curato l’antologia di racconti "Oltre il confine. Storie di migrazione" (Prospero, 2019).

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *