Jeffrey Konvitz – La sentinella del male

0
165

La Sentinella del Male è un romanzo horror che mescola elementi soprannaturali. Protagonista è Allison Parker, una modella che si trasferisce in un vecchio edificio di New York, ove scopre che il suo appartamento nasconde un terribile segreto: è l’ingresso dell’Inferno, custodito da una sentinella cieca e muta, scelta tra le anime dannate. Allison si trova così coinvolta in una lotta tra il bene e il male, tra la Chiesa e una setta diabolica che vuole liberare le forze del Male sulla Terra.

Il classico romanzo al fulmicotone, che tiene incollati alle pagine mentre segue le vicende di Allison e degli altri personaggi, tra cui il suo fidanzato Michael, un avvocato che cerca di aiutarla, e padre Charles, un prete spretato che conosce la verità sull’edificio. Il libro è ricco di colpi di scena, scene violente e raccapriccianti e riferimenti alla religione, in particolare alla Divina Commedia di Dante, da cui l’autore trae ispirazione per descrivere l’inferno e i suoi abitanti.

Il romanzo ebbe grande successo, sia di critica che di pubblico, ed è stato anche adattato in un film, diretto da Michael Winner e sceneggiato dallo stesso Konvitz (The Sentinel, 1977, da non confondersi con il film omonimo del 2006, con Christopher Walken, Martin Balsam, John Carradine, José Ferrer, Ava Gardner, Cristina Raines, Chris Sarandon). Si tratta di un’opera che ha influenzato molti altri autori e registi del genere horror, per la sua capacità di creare una storia avvincente e spaventosa, basata su una solida costruzione narrativa e una profonda conoscenza della cultura e della tradizione religiosa.

Una lettura consigliata non solo agli appassionati di horror, ma anche a chi vuole leggere una storia che affronta temi universali come l’amicizia, l’amore, la colpa e la redenzione.

 

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *