Anna Martinenghi – Nel mondo…

0
107
Nel mondo dei social
abbiamo disimparato
la comunicazione

Nel mondo dell’abbondanza
la semplicità
è lusso dei ricchi
la serenità
il prezzo scontato
dai poveri cristi

Nel mondo dell’apparenza
i corpi sono commercio
la bellezza una moneta di scambio
la giovinezza un’illusione eterna

Nel mondo della velocità
il tempo è la vera ricchezza
rallentare
la scelta più coraggiosa

Nel mondo degli oggetti
sono le esperienze a fare la differenza
la conoscenza
a indicare la libertà

Nel mondo dell’intelligenza artificiale
l’ignoranza trionfa
il pregiudizio
insegna la paura

Nel mondo della logica
la trascendenza è il bisogno naturale
di chi conserva
scintille d’infinito

Nel mondo del consumo
c’è fame di relazioni autentiche
di mettersi in cerchio
attorno a un fuoco

Nel mondo della norma
le differenze vanno al rogo
ma è l’unicità
la nostra salvezza

Il mondo
che seppellisce la pace
che si abitua alla morte dei suoi figli
e gira la testa verso
un uomo che muore per strada
è già la nostra condanna
SHARE
Articolo precedenteSalman Rushdie – I Figli della Mezzanotte
Articolo successivoGeorges Simenon – Il borgomastro di Furnes
Anna Martinenghi è nata a Soncino (CR) in una notte di neve del 1972. Nel 2007 ha vinto il concorso indetto dalla casa editrice Edizioni Cinquemarzo di Viareggio, pubblicando la sua prima raccolta in versi liberi, "Didascalie", cui sono seguite le sillogi "Nuda" (2009) e "Parole povere" (2010). Nel 2010, in seguito alla vittoria della XXI edizione del concorso letterario organizzato dall’associazione culturale “Il paese che non c’è” di Bergamo, ha pubblicato la silloge "Fotosensibile" con l’editore Franco Colacello di Bergamo. Nel 2011 la nuova raccolta di poesie "Il cielo di scorta e altre offerte della settimana" è stata segnalata durante il premio nazionale “Scrivere Donna 2011”, presieduto dalla poetessa Maria Luisa Spaziani, e poi pubblicata dalla casa editrice Linee Infinite di Lodi nel 2013, anno in cui vince il premio “Portale Sipario” nel concorso “Autori Italiani” organizzato dalla Fondazione Teatro Italiano “Carlo Terron” di Milano in collaborazione con la rivista Sipario con il testo teatrale "Habla con Eva". Nel 2017 ha pubblicato la raccolta di racconti "Sei troppo grande per capire certe cose", Edizioni del Gattaccio - Milano. Nel 2020, con Giorgia Ferrari e Chiara Nobilia, ha curato l’antologia poetica "Con-tatto" in ri-sposta al Covid19. Nel 2021 vince il premio Bukowski nella Sezione poesia con la raccolta "O2. Ossigeno" pubblicata da Giovane Holden Edizioni. Nel 2022 la stessa raccolta vince il Contropremio Carver per la poesia edita. Nel novembre 2023 pubblica la raccolta "Faccio cose del secolo scorso" con Controluna Edizioni di Poesia.

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *