Stephen Byrne – Alzate la testa

0
158

smettete di guardare a terra
smettete di fissare il telefono
smettete di nascondervi sotto le rocce
smettete di annegare sotto il mare
smettete di evitare lo sguardo
di qualcuno che ha bisogno
fermate le menzogne sui social media
fermate i bulli che si nascondono
dietro il tocco
sulle tastiere dei loro laptop
smettete di fingere di preoccuparvi
per una condivisione di facebook e fermatevi
fermi fermi lasciate cadere qualche moneta
qua e là

alzate la testa
alzate la vostra testa del cazzo
alzate il mento verso il cielo della sera
senza chiedere perché, perché lo sapete perché
alza la testa verso la punta di una testata nucleare
e gli uomini che la spostano sulla scacchiera
alzate la testa verso il figlio morto stecchito
sepolto in profondità tra le macerie dei condomini
alzate la testa a Gaza, lo Yemen, Ferguson, Chibok
e Charlottesville e Aleppo, il Ciad, il Messico, il Sudan
alzate la testa alle conseguenze della Grenfell Tower
alzate la testa verso la persona con i piedi doloranti
due isolati più in giù che chiede spiccioli
alzate la testa all’ape morente
alzate la testa ai poteri che sono
responsabili del mondo del bigottismo
alzate la testa alla brutalità della polizia
alzate la testa a un rifugiato
indesiderato non amato nel mare odioso dei media
alzate la testa a quel mare
quel mare che sale brutale
sputato fuori dal ghiaccio della pancia artica
alzate le vostre teste del cazzo
tenetele in alto
alzatele con forza
sollevatele come pugni chiusi
pronti a colpire e difendere
alzate la testa
dalle persone di terra
alzate
le vostre teste

Traduzione di Silvia Accorrà

SHARE
Articolo precedenteMary Stewart – La trilogia di Merlino
Articolo successivoMichel de Montaigne
Stephen Byrne
Stephen Byrne è uno chef e scrittore, originario di Dublino, che ora vive a Chicago. Il suo libro di debutto "Somewhere but not Here" (Da qualche parte ma non qui) è stato selezionato da Vinita Agrawal per il RL Poetry Award, categoria internazionale 2016. È stato vice-campione del 2016 e due volte finalista per la gara di poesia "Over the Edge" (Oltre il bordo). È stato inoltre selezionato per il concorso del Festival di Poesia Redline Book 2014 e recentemente scelto per il concorso TCK Productions di Londra. Ha pubblicato in tutto il mondo e scrive sul suo sito http://stephenbyrne.org

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *