Shahrnush Parsipur – Donne senza uomini

0
1378

Il delitto di esistere

In un giardino di Karaj, meta e ventre visionario e poetico di una Grande Madre, s’intrecciano e convergono le vite di cinque donne iraniane, alla ricerca e alla conquista del proprio diritto di esistere e di pensare.
Con pennellate di acquarello e una narrazione in bilico tra realtà e magia, la Parsipur ci regala uno spaccato vero e intenso sulla società maschilista iraniana e sulla condizione femminile. Da leggere.

Dal film è stato tratto anche un intenso film, diretto da Shirin Neshat nel 2009 (ndR).

SHARE
Articolo precedenteAppunti per un’Orestiade africana
Articolo successivoGiorgio Olivari – Le mani
L'esperienza non è quello che succede a un uomo; è quello che un uomo realizza utilizzando quello che gli succede. (Aldous Huxley) Nasce straniera in terra straniera, nel giugno del 1968. A tre anni rientra in Italia, ma, forse perché cresce in una stazione ferroviaria, forse perché migrante di nascita, sviluppa una passione tenace per il viaggio, reale e sognato. Cerca l’amore, in ogni incontro che intreccia la sua vita. Qualche volta lo trova e assapora il senso della vita.

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *