Dylan Thomas – Dovessero brillare le lanterne

0
1123

Dovessero brillare le lanterne, il volto santo,

Colto in un ottagono di inedita luce,
Appassirebbe, e qualsiasi ragazzo innamorato
Guarda due volte prima di cadere in disgrazia.
I tratti nel loro buio privato
Sono fatti di carne, ma lasciate che il falso giorno venga
E dalle labbra di lei cadano i pigmenti aggiunti,
Le bende di mummia mostrino un antico seno.

Mi è stato insegnato a ragionare con il cuore,
Ma il cuore, come la testa, conduce impotente;
Mi è stato detto di agire d’impulso,
E, quando accelera, alterare il ritmo delle azioni
Finché campo e tetto siano a livello
Così veloce mi muovo sfidando il tempo, il quieto gentiluomo
La cui barba si agita nel vento egiziano.

Ho sentito molti anni di narrazioni,
E molti anni dovrebbe vedere il cambiamento.

La palla che lanciai giocando nel parco
Non ha ancora toccato terra.

 

Traduzione di Silvia Accorrà