Murakami Haruki – Kafka sulla spiaggia

0
155

Kafka, un giovane-vecchio, e Nakata, un vecchio-bambino, non s’incontrano mai direttamente, ma i loro destini si intrecciano per realizzare una profezia. Quest’ultima è legata all’odio non risolto di Kafka e dev’essere compiuta per liberarlo dall’ipoteca che grava sulla sua vita. Nakata, inconsapevolmente, diventa parte di questa missione. Entrambi vivono vite parallele, dove sogni e realtà si confondono, come parti di una stessa anima.
Il romanzo pretenderebbe di esplorare temi quali il destino, la colpa e il sacrificio, e in effetti riesce a creare un’aura di mistero (irrisolto), che ha affascinato e sedotto moltissimi lettori.

Ma la sensazione che mi ha lasciato questo libro è la nostalgia: nostalgia di una letteratura che abbia senso, di una narrazione che non si limiti a mescolare ingredienti noti e stranoti e a shakerarli per ottenerne una pietanza originale (in realtà indigeribile), nostalgia di una letteratura che badi al sodo e non si perda in infinite digressioni, dialoghi che non vanno a parare da nessuna parte e situazioni irrisolte.
L’unico pregio del romanzo è quello di essere scorrevole. Ma non lascia nulla, se non la rabbia di aver speso tanto tempo dietro una boiata pazzesca.

SHARE
Articolo precedenteHenning Mankell – L’uomo inquieto
Articolo successivoHeiko H. Caimi – L’avvento del demone Titivillus
Heiko H. Caimi, classe 1968, è scrittore, sceneggiatore, poeta e docente di scrittura narrativa. Ha collaborato come autore con gli editori Mondadori, Tranchida, Abrigliasciolta e altri. Ha insegnato presso la libreria Egea dell’Università Bocconi di Milano e diverse altre scuole, biblioteche e associazioni in Italia e in Svizzera. Dal 2013 è direttore editoriale della rivista di letterature Inkroci. È tra i fondatori e gli organizzatori della rassegna letteraria itinerante Libri in Movimento. ha collaborato con il notiziario "InPrimis" tenendo la rubrica "Pagine in un minuto" e con il blog della scrittrice Barbara Garlaschelli "Sdiario". Ha pubblicato il romanzo "I predestinati" (Prospero, 2019) e ha curato le antologie di racconti "Oltre il confine. Storie di migrazione" (Prospero, 2019), "Anch'io. Storie di donne al limite" (Prospero, 2021) e "Ci sedemmo dalla parte del torto" (Prospero, 2022, insieme a Viviana E. Gabrini). Svariati suoi racconti sono presenti in antologie, riviste e nel web.

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *