Harryette Mullen – 4 haiku

0
194

Pink’s plentiful when
coastal hills and mountains sing
their farewell to spring.

Il rosa abbonda
se scoglio o monte canta:
ciao primavera.

*

Rose is before a
poet composes or knows
yet what a rose is.

La rosa è già
pria che un poeta sappia
cos’è una rosa.

*

Glowing lanterns hang
on flaring branches, lemon
illumination.

Lanterne appese
sui rami luminosi:
illimonazione.

*

Lovers of clover
plant green stuff all over as
forage and cover.

Chi ama il trifoglio
semina roba verde,
coltre e foraggio.


Traduzioni di Andrea Sirotti da:
Harryette Mullen, Open Leaves / poems from earth
Published by Black Sunflowers Poetry Press, 2023
www.blacksunflowerspoetry.com


Si ringraziano l’Autrice e la Casa Editrice Black Sunflowers Poetry Press per la gentile concessione alla traduzione e alla pubblicazione dei testi e Andrea Sirotti per la traduzione in italiano. Un ringraziamento a Emilia Mirazchiyska per la scelta delle poesie.


Nota: Andrea Sirotti ha lavorato su questi haiku per riportarli allo schema 5+7+5… e ci è riuscito perfettamente.


Andrea Sirotti, fiorentino di nascita e residenza, è insegnante, traduttore e anglista. Dal 1999 traduce per l’editoria, soprattutto poesia e narrativa postcoloniale. Tra le autrici tradotte (o co-tradotte) figurano Jane Hirshfield, Margaret Atwood, Sally Read, Carol Ann Duffy, Eavan Boland e Emily Dickinson. Ha anche collaborato con Einaudi, Rizzoli, Il Saggiatore e altri editori, traducendo narratori e saggisti come Chimamanda N. Adichie, Hisham Matar, Alexis Wright, Hari Kunzru, Lloyd Jones e Brian Dillon. Per Giunti ha curato le introduzioni al Gitanjali di Tagore e alle opere poetiche di Oscar Wilde.
Curatore e co-curatore di antologie poetiche, ha al suo attivo: L’India dell’anima, antologia di poesia femminile indiana contemporanea in lingua inglese (Le Lettere, Firenze 2000, [seconda edizione, 2006]); Men/Uomini, ritratti maschili nella poesia femminile contemporanea, con Giorgia Sensi (Le Lettere, Firenze 2004) e Gatti come Angeli, antologia di poesia erotica femminile in lingua inglese, con Loredana Magazzeni (Medusa, Milano 2006). Insieme a Shaul Bassi ha pubblicato nel 2010 Gli studi postcoloniali. Un’introduzione, sempre per Le Lettere.
SHARE
Articolo precedenteZinaida Gippius – Luna
Articolo successivoBruno Arpaia – Ma tu chi sei
Harryette Mullen è nata nel 1953 a Florence, in Alabama, ed è cresciuta a Fort Worth, in Texas. Ha conseguito una laurea in inglese presso l’Università del Texas ad Austin e un dottorato di ricerca presso l’Università della California, Santa Cruz. I libri di Mullen includono "Recyclopedia" (Graywolf Press, 2006), in cui sono state raccolte tre delle sue prime raccolte di poesie, tutte pubblicate negli anni ’90, che ha ricevuto un PEN Beyond Margins Award, e "Sleeping with the Dictionary" (University of California Press, 2002), finalista per il National Book Award, il National Book Critics Circle Award e il Los Angeles Times Book Award in Poetry. Un suo libro di saggi e interviste, "The Cracks Between What We Are and What We Are Supposed to Be" (pubblicato dall’Università dell’Alabama nel 2012) ha ricevuto un Elizabeth Agee Prize. La casa editrice Graywolf ha pubblicato il suo libro "Urban Tumbleweed: Notes from a Tanka Diary" nel 2013. Un’edizione critica della sua poesia "Her Silver-Tongued Companion" presto uscirà per l’Università di Edinburgo.

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *