Zinaida Gippius – Luna

0
213

Il romanzo breve Luna ci trasporta in un mondo di amore astratto e ideale, un amore che funge da tramite verso la divinità. I protagonisti, Elena, Mary e Val’cev, si impegnano a rimanere casti in nome di un amore divino, un amore con la “A” maiuscola.

La trama si svolge nella splendida cornice di Venezia, una città spesso elogiata e descritta come il luogo degli innamorati e dei mille canali, dove la luna trova il suo riflesso. Questo contesto romantico offre uno sfondo perfetto per un’indagine sull’amore, la spiritualità e la castità.

Zinaida Gippius, nota come una delle voci più originali e coerenti del Simbolismo russo, porta avanti temi che sarebbero diventati essenziali proprio per il movimento simbolista. Nel romanzo Luna esplora l’ambiguità del ruolo sessuale nelle relazioni amorose, l’esistenza del male nel mondo e l’idea di libertà.
Narratrice, poetessa e pensatrice di spicco, ci offre uno sguardo unico sull’amore: la sua capacità di esplorare concetti complessi attraverso la narrazione rende questo breve romanzo un’opera indimenticabile nella letteratura russa d’emigrazione.

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *