Tom Phillips – Di passaggio

0
357

La prima vista del mosaico a secco che, sotto di noi, si svolge
o le parole inconsuete mormorate al bancone di zinco;
la pelle che mi si squama sulla schiena come mappa che si stende
o acri gialli di girasoli rivolti verso il cielo;

sporadici scorci d’un fiume che lento scorre
per fessure incassate nei tornanti d’una scala;
piccioni di terracotta su ambrogette di terracotta
o icone che sfavillano tra penombra e incenso;

un tram dell’ultim’ora/ che sferraglia per suburbi illuminati
o un aereo mattutino che sorvola i bassi tetti cittadini;
e le conversazioni a spirale che durano la notte intera
o il lacrimoso muschio di vino appena travasato;

l’ultimo fischio di passaggio d’un ultimo treno di passaggio –
quei giorni, per restare, non necessitavamo licenza da nessuno.

31 gennaio 2020


Traduzione di Angela D’Ambra


Testo originale

Tom Phillips – In passing

The first sight of dry patchwork rolling out beneath us
or unfamiliar words murmured at zinc bar counters;
peeling skin on my back like an unfolding map
or yellow acres of sunflowers facing up to the sky;

sporadic glimpses of a slow-moving river
through slits set into the curves of a staircase;
terracotta pigeons on terracotta tiles
or icons glinting through incense and gloom;

a late tram rattling through lamplit suburbs
or an early plane flying over low city rooftops;
those spiralling conversations lasting all night
or the plangent musk of newly poured wine;

the passing last whistle of a passing last train –
those days we needed nobody’s leave to remain.

31 Jan 2020

 

 

 

 

SHARE
Articolo precedenteMauro Corona – Una lacrima color turchese
Articolo successivoRomain Gary – Gli aquiloni
Tom Phillips è nato nel Buckinghamshire nel 1964. È scrittore freelance e docente ospite presso varie università britanniche e balcaniche. Vive a Bristol, Regno Unito, dal 1986, ma dal 2000 ha spesso viaggiato nella penisola balcanica e molti dei suoi interessi letterari e di ricerca sono focalizzati sulla regione. È stato pubblicato in molte riviste, antologie e opuscoli e ha pubblicato tre libri di poesia nel Regno Unito: “Recreation Ground” (“Terra di ricreazione”, Two Rivers Press, 2012), “Reversing into the Cold War” (“Inversione nella Guerra Fredda”, Firewater/Poetry Monthly, 2007) e “Burning Omaha” (“Bruciando Omaha”, Firewater, 2003) e un libro bilingue di poesia in Bulgaria: “Unknown Translations / Непознати преводи” (“Traduzioni sconosciute”, Scalino, 2016). È autore di numerosi spettacoli teatrali, di cui “Coastal Defences” (“Le Difese Costiere”, Tobacco Factory Theatres - Teatri della Fabbrica del Tabacco, Bristol, 2014) e “100 Miles North of Timbuktu” (“100 Miglia a Nord di Timbuctù”, Alma Tavern Theatre - Teatro della Taverna Alma, Bristol, 2013) hanno riscosso il più grande successo teatrale.

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *