Jane Hirshfield – Contro la certezza

0
191

C’è qualcosa, lì nell’oscurità, che vuole correggerci.
Ogni volta che penso “questo”, replica “quello”.
La replica dura di una rigorosa grammatica del cuore.

Se poi dico “quello”, non va bene lo stesso.

Tra certezza e realtà, c’è un vecchio nemico.
Quando la gatta aspetta sul ciglio del sentiero,
non vi è cellula in lei che non aspetti.
È in questo modo che sa sparire del tutto.

Vorrei penetrare la porzione di silenzio come lei.

Per vivere nella grande evanescenza come un gatto deve fare,
un’ombra pienamente a suo agio dentro un’altra.


Traduzione dall’inglese di Loredana Foresta e Andrea Sirotti da Ogni felicità assediata dai leoni (Elliot, 2020)

SHARE
Articolo precedenteCarlo Cassola – Ferrovia locale
Articolo successivoTommaso Landolfi – Racconto d’autunno
Jane Hirshfield, nata a New York nel 1953, consegue la laurea alla Princeton University e completa gli studi al San Francisco Zen Center. Coltiva la passione per la scrittura fin da giovane e, nella lunga carriera artistica, le sue raccolte poetiche (la più recente, “Ledger”, è del marzo 2020) ottengono numerosi riconoscimenti, tra cui il Poetry Center Book Award, il California Book Award e il Donald Hall-Jane Kenyon Prize in American Poetry. Nel 2004 la Academy of American Poets le attribuisce l’Academy Fellowship; nel 2006 il suo libro “After” è finalista al T.S. Eliot Prize e guadagna il titolo di “Best Book” da The Washington Post, The San Francisco Chronicle e dal Financial Times. La silloge “The Beauty”, del 2015, viene selezionata per il National Book Award. Insegna, tra le altre, alla Stanford University e alla U.C. Berkeley. Risiede attualmente in California, dove prosegue l’attività di poetessa, traduttrice e autrice di saggi, pubblicati già nelle raccolte “Nine Gates: Entering the Mind of Poetry” (1997) e “Ten Windows: How Great Poems Transform the World” (2015). Ha editato e co-tradotto quattro libri di poeti dal mondo del passato: “The Ink Dark Moon: Poems by Ono no Komachi and Izumi Shikibu, Women of the Ancient Court of Japan” (1990); “Women in Praise of the Sacred: Forty-Three Centuries of Spiritual Poetry by Women” (1994); “Mirabai: Ecstatic Poems” (2004); e “The Heart of Haiku” (2011). Nel 2019 viene eletta membro dell’American Academy of Arts & Sciences. Le sue opere sono tradotte anche in Polonia, Francia, Cina e Giappone. Una sua antologia con poesie scelte tradotte in italiano è stata pubblicata da Elliot nel 2020, a cura di Loredana Foresta e Andrea Sirotti, con il titolo ”Ogni felicità assediata dai leoni”, lo stesso titolo del suo libro di poesie scelte, pubblicato nel 2005 da Bloodaxe Books nel Regno Unito; nell’edizione italiana, però, sono presenti poesie da altri tre libri più recenti: “After” (2006), “Come, Thief” (2011) e “The Beauty” (2015).

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *