Kate Northrup – Soldi, una storia d’amore

0
934

La consapevolezza finanziaria che ho ora e la vita che mi godo grazie a essa sono una sensazione fantastica . Voglio che tutti nel mondo provino questa sensazione. L’aver incontrato io stessa delle difficoltà finanziarie mi dona la credibilità, l’empatia e la prospettiva per aiutare, spero, migliaia di altre persone a muoversi con grazia e naturalezza mentre attraversano le loro versioni di follia monetaria.

Ho scoperto che la mia storia d’amore con il denaro è davvero una storia d’amore su molti livelli: è la storia del mio innamoramento per il denaro, la storia di un’evoluzione nel mio rapporto di amore con mia madre, la storia di come ci siamo innamorati io e il mio amato, e la storia dell’aiuto che posso dare agli altri perché creino la loro storia d’amore con il denaro.

Soldi, una storia d’amore è un testo molto diretto e gentile che affronta il tema del denaro in un modo completamente differente dagli altri libri sulla finanza personale. Pur offrendo esercizi e consigli pratici, l’autrice non si propone di elargire formule magiche per arricchirsi, ma insegna la “formula delle formule”: come creare con il denaro, e più in generale con l’abbondanza, un rapporto sano e positivo, liberandoci da tutte le convinzioni e le credenze limitanti che ci sono state inculcate fin da piccoli e che ci fanno sentire in colpa, sporchi, disonesti o quant’altro.

In una società dove la povertà e la frugalità sono quasi osannate e la ricchezza viene spesso associata alla disonestà e all’immoralità, desiderare l’abbondanza e una vita gratificante ci fa sentire sbagliati e corrotti.

Soldi, una storia d’amore vuole rovesciare questo paradigma e dimostrare che prendersi cura di se stessi, e creare abbondanza nella propria vita, non solo fa bene a noi, ma anche agli altri, che possiamo aiutare meglio. Infatti, come si può riempire il bicchiere altrui con il proprio, se questo è vuoto? Come possiamo aiutare gli altri a vivere una vita appagante e piena, se noi per primi viviamo nella deprivazione e nella scarsità?

I soldi di per sé non hanno valore e li cerchiamo per ottenere quello che veramente vogliamo (sicurezza, tranquillità, potere, accettazione, etc.).

Uno degli insegnamenti principali del libro è che – se vogliamo cambiare la nostra vita – dobbiamo cominciare lavorando all’interno di noi stessi e non all’esterno (cercando di cambiare le situazioni o ignorando e maledicendo le nostre debolezze e difficoltà), perché è quello che abbiamo dentro che determina i nostri comportamenti e le conseguenze nella vita di tutti i giorni.

L’interno crea l’esterno, e non viceversa.

Altri punti importanti sollevati dall’autrice sono: imparare a ricevere (spesso non riusciamo nemmeno ad accettare un complimento senza sentirci a disagio) e darsi valore, in quanto sottovalutarsi blocca il flusso di abbondanza, oltre a renderci infelici.

Il libro è rivolto in particolare alle donne, che per secoli sono state considerate (e si sono credute loro stesse) non capaci quanto gli uomini di gestire le finanze. Kate Northrup, condividendo la propria esperienza e quella di persone che ha incontrato, ci aiuta a identificare le nostre convinzioni, le connessioni emotive e i nostri comportamenti verso il denaro, trasformandoli e guarendo noi stesse.