Franz Krauspenhaar – Bambino cattivo

0
70

Sono un bambino cattivo, spingo
la sedia a rotelle di dio e lo lancio
dal burrone, lo guardo saltare
nel canyon di tutte le pie morti,
salutare la vita. Sono il bambino
vecchio delle streghe stinte
nei quadri di campagna, fatti
da artisti domenicali, stizziti
e stanchi prima degli incidenti
stradali tra Meda e Viggiù.
L’odore dell’erba nelle mani,
l’odore della colpa, di pelle.
Sono un vecchio,
bambino senza ricordi, solo leste
ricognizioni tra nuvole di mosche
prima di sera,
quando la cena cade come un muro.

La nostra intervista a Franz Krauspenhaar

 

SHARE
Articolo precedenteFranz Krauspenhaar – Per vendetta
Articolo successivoFrancesca Montomoli – La fata nel vento
Franz Krauspenhaar
Franz Krauspenhaar, nato a Milano il 12.11.1960, scrittore, poeta e musicista elettronico, ha partecipato più che altro nel decennio passato a varie antologie di racconti. È stato per qualche anno redattore dei blog "Nazione Indiana" e "La poesia e lo spirito". Ha collaborato a "Stilos", "Il Napoletano", altri siti internet e attualmente scrive di letteratura per il sito Pangea. In campo musicale ha pubblicato per Believe Music quattro dischi digitali di musica electronic-progressive col nome d’arte di Nerolux. Pubblicazioni e collaborazioni Romanzi Avanzi di balera (Addictions, 2000) Le cose come stanno (Baldini&Castoldi, 2003) Cattivo sangue (Baldini Castoldi Dalai, 2005) Era mio padre (Fazi, 2008) L'inquieto vivere segreto (Transeuropa, 2009) 1975 (Caratteri Mobili, 2010) La passione del calcio (Perdisa, 2010) 1975 (CaratteriMobili, 2010) Un viaggio con Francis Bacon (Zona, 2011) Le monetine del Raphaël (Gaffi, 2012) Le prove di esilio (Sillabe di Sale, 2015 – con Michele Cacccamo) Grandi momenti (Neo., 2016) Un affresco in nero (Il Seme Bianco, 2017) Brasilia (Castelvecchi, 2018) Poesia. Franzwolf (Manifattura Torino Poesia, 2009) Effekappa (Zona, 2011) Biscotti selvaggi (Marco Saya, 2013) Le belle stagioni (Marco Saya, 2014) Capelli struggenti (Marco Saya, 2016)

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *