Zsolt Szájbely – Ingresso alla casa delle memorie

3
77

Tu ed io siamo prigionieri nella casa inclinata dei ricordi,
Lascia che i sogni volino nel cielo,
Resisteranno da soli con il filo spinato

Debayati Roy

SHARE
Articolo precedenteNicoletta Vallorani – Il nome segreto della guerra
Articolo successivoOcchioPinocchio
Zsolt Szájjbely
Zsolt Szájjbely è nato nel 1987, in Ungheria, e ora vive in una piccola città, Rétság, nel nord del Paese. Lavora come bibliotecario, e ha iniziato a scattare fotografie su consiglio di un amico, circa nel 2016. A volte scrive romanzi, poesie e tiene serate poetiche leggendo opere proprie e altrui. Per molte ragioni, oggi, ha smesso di scrivere per un po' di tempo, e si è focalizzato solo sul mondo della fotografia. È ossessionato da edifici abbandonati, sculture e natura. Crede che la fotografia sia magica, perché ogni foto crea nuove realtà dalla realtà.

3 COMMENTI

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *