È in edicola “Il Professionista Story” n. 21 di Stephen Gunn (alias Stefano Di Marino)

0
104

Avventura, azione, spionaggio, esotismo ed erotismo. Chance Renard, il Professionista. Agente di ventura, impegnato in ogni angolo del mondo in missioni impossibili contro nemici sempre più feroci, sempre più letali. Al suo fianco donne troppo belle e troppo pericolose. E una sola regola: nessuna regola. Tornano tutte le avventure del Professionista, a partire dalle origini e con romanzi inediti scritti appositamente per colmare le lacune nella storia di una vera leggenda di Segretissimo.

MISSIONE UNDERSEA
Lisbeth Mohagan Wickerlane, duchessina di Whitecliff, viene rapita in piena Londra da un commando di mercenari. Reclutata anni prima dall’MI6, Lisbeth stava trattando una rete di informatori nel programma nucleare iraniano. Qualcuno l’ha tradita e, visto che è l’unica a conoscere i nomi degli agenti, è di vitale importanza liberarla subito. Perciò viene chiamato il Professionista e Chance dovrà gestire una missione dai risvolti davvero imprevedibili…

IL NEMICO SIAMO NOI
Chance è a Berlino per mettere sotto sorveglianza un potente imprenditore dai molti lati oscuri. Non sarà una passeggiata, perché Luther Strott è un membro dell’organizzazione neonazista dei Lupi Mannari. Ma il vero obiettivo è rintracciare una pericolosa terrorista pakistana al soldo di Al Qaeda, in contatto con l’entourage di Strott, incaricata di portare a termine un attentato ancora più spettacolare di quello dell’11 Settembre. Inizia così per il Professionista una caccia selvaggia…

Il libro è disponibile anche in e-book.

CHI È STEFANO DI MARINO (STEPHEN GUNN)
Stefano Di Marino si occupa di narrativa popolare a tutto tondo: letteratura, cinema, fumetti. Ha al suo attivo più di novanta romanzi pubblicati, per la maggior parte con Mondadori. Dal 1995, con lo pseudonimo di Stephen Gunn, pubblica la serie “Il Professionista” su Segretissimo, un successo di più di cinquanta episodi con due collane a lui dedicate. Con il suo nome firma romanzi di avventura e gialli classici oltre che una nutrita serie di saggi sul cinema di genere, tra i quali “Italian Giallo”, “Guida al Cinema Western” e “Guida al Cinema Bellico”.
Il blog dell’autore: http://hotmag.me/ilprofessionista/

DIETRO LE QUINTE
di Stefano Di Marino

Si avvicina l’estate (speriamo!) e il Prof è pronto a tenervi compagnia sulle spiagge, in montagna, forse durante un viaggio per raggiungere una nuova città da visitare. Magari anche in città per chi è costretto a restarci. Sempre con la vecchia grinta che con il trascorrere degli anni trova sempre nuove ispirazioni. Alcune vengono dai lettori. Diversi mesi fa uno di voi mi mandò un articolo su una sorta di principato autonomo al largo delle coste inglesi, una notizia ignota ai più e quasi fantascientifica. Come molte volte accade spesso ricevo input dal pubblico e la cosa mi fa grande piacere. Li ascolto tutti, poi scelgo quelli che più si avvicinano al mio gusto. In fin dei conti sono notizie di cui si può far tesoro visto che una caratteristica della serie è trovare sempre nuovi set. E l’idea che ci fosse un’inviolabile (scoprirete perché, questa è fantasia) roccaforte nel mare del Nord mi affascinava. Poi c’era un’altra idea che mi frullava nella mente da un po’. Si parla tanto della casa reale inglese. Mondanità, politica, scandali. Così è nata la duchessina Lisbeth, aristocratica e spia, contrapposta alla ‘Piccola Madre’ che vi lascio il piacere di scoprire. Non so se lo avete notato ma nell’evoluzione della spy story le donne hanno un sempre maggior rilievo. Non che al Prof siano mai mancate delle compagne di rilievo (due le ritroverete a Luglio!) ma questa volta ha fatto il pieno di… fascino e pericolo. Una missione con qualche brivido di freddo, contenuta nel format della novelette tipico degli inediti delle ristampe ma con un ritmo che ha coinvolto anche me. Accompagna ‘Il nemico siamo noi’ che segnò quasi la fine della serie. Perché? Be’, era il 2005 e c’era stato un periodo d’interregno alla direzione delle collane Mondadori. Il titolo era già contrattualizzato e programmato ma non mi riusciva di parlare con un editor. Alla fine incontrai Marco Fiocca che tenne la posizione per pochi mesi che mi confermò che il Prof andava ancora benissimo e mi rassicurò. Ripresi il lavoro con grinta, ma questa è un’altra storia. ‘Il Nemico siamo noi’ Era un romanzo di attualità. Si parlava dello scandalo di Abu Ghraib e volevo parlare della guerra al terrore che ormai stava stagnando e non era più possibile ignorare. In quel periodo avevo parlato spesso con Sergio Altieri della situazione. Mi parlò di ‘correnti di odio sotterranee che stavano emergendo’, un tipico pezzo di politica apocalittica in stile Sniper. Mi venne in mente così il personaggio di Conrad Dunn che è un nemico ma ha una sua perversa ragione, una logica dell’annientamento. Non fisicamente, ma in qualche modo mi ricordava Sergio e, rileggendo le bozze, mi ha suscitato lo stesso pensiero. C’erano poi altri elementi che volevo sfruttare. Berlino come palcoscenico prima di tutto ma anche la Bulgaria e Gerusalemme. In effetti i rapporti tra il Prof e i servizi israeliani erano stati poco sfruttati. Ne scaturì così una missione articolata che metteva vicino atmosfere della Guerra Fredda revisionate e lotta al terrorismo. Come sempre si affacciavano visi e personaggi reali, della fiction adattati alla vicenda. Di Alexandra che era una ragazza della Cecoslovacchia che frequentavo all’epoca ho un bel ricordo e mi piace ricordarla così. Poi ci sono altri che il lettore attento riuscirà magari a identificare. Come sempre tutto forma un calderone per la ‘mia’ cucina. Gustatevi il piatto… sarà un’estate speziata! Nel frattempo io sono al lavoro su molti progetti ma il Prof resta sempre nei miei pensieri. Lo Spionaggio, lo sapete, resta uno dei miei interessi fondamentali in tutte le sue forme. La Guida al cinema di Spionaggio edita da Odoya, appena uscita in libreria, è il coronamento dei miei studi e della mia passione. In effetti, e questa è la cosa sorprendente e meravigliosa, il genere cambia ogni pochi mesi ed è sempre stimolante cercare di capire quali siano le nuove tendenze e cercare di inglobarle nel mondo del Prof. Ne vedrete delle belle…

(da Il Blog di Segretissimo -> http://blog.librimondadori.it/blogs/segretissimo/)

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *