Dorianne Laux – Sera

0
101

Il chiaro di luna si versa
inesorabile, non conta
quanti abbiano perso la vita
sotto gli alberi.

Il fiume continua a fluire.

Sempre esisterà
il silenzio, non conta
per quanto tempo qualcuno
ha versato lacrime contro
la facciata di una casa,
gli avambracci nudi premuti
sui mattoni in cortina.

Ogni cosa termina.
Anche la sofferenza, persino il lutto.

I cigni vanno ancora alla deriva.

I giunchi si piegano al peso
delle loro chiome piumose.
I ciottoli si assottigliano,
sempre più levigati dalle notturne
correnti di risacca. Percorriamo
lunghe distanze, portandoci dietro
i nostri bagagli, i nostri pacchi.
Zavorre oppure doni.

Sappiamo che la superficie
sta per svanire sotto
il mare, le isole inghiottite
come pesci fossili.

Sappiamo di essere condannati,
siamo fregati, dannati eppure
la luce ci viene incontro, scivola
sulle nostre spalle anche ora,

persino qui dove la luna
si nega ai nostri sguardi, malgrado
le stelle siano così distanti.


Traduzione di Valentina Meloni

SHARE
Articolo precedenteDorianne Laux
Articolo successivoWilliam Golding – Il Signore delle mosche
La più recente raccolta di Dorianne Laux, finalista del Premio Pulitzer, è “Only As The Day Is Long: New and Selected”, W.W. Norton. È anche autrice di “The Book of Men”, vincitore del Paterson Poetry Prize e di “Facts about the Moon”, vincitore dell'Oregon Book Award. Ha recentemente pubblicato un chapbook in edizione limitata, SALT, da The Field Office Press. Laux insegna poesia alla North Carolina State e alla Pacific University. Nel 2020 è stata eletta cancelliere dell'Accademia dei poeti americani.

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *