Alfredo Rienzi – Si torna dove si è già stati

0
315

Sono tornato ad esplorare la vita
– avvolto dal manto d’oro del leopardo –
l’anello perfetto, il ciclo d’ogni cosa:
molto è cambiato dopo l’onda del pianto
ma, ancora, ho in me la perla e il macigno,
nel passo la fibra palpitante al balzo
e la parola che, detta, si dissolve.

Si torna dove si e già stati.
I luoghi sono infiniti, i giorni,
ora, grappoli diradati.
Ritrovare l’orma è dono inatteso
quella di chi ci accompagnò e stria
d’ala tra neve e pietra.
Mi dici: il monte si e fatto più alto:
so invece d’essermi fatto io più piccolo.


Tratto da PARTENZE E PROMESSE: PRESAGI (Puntoacapo, 2019)

SHARE
Articolo precedenteAlfredo Rienzi
Articolo successivoFiona Sampson – Two-Way Mirror: La vita di Elizabeth Barrett Browning
Alfredo Rienzi (Venosa, 1959), risiede dal 1963 a Torino. Medico. Nel 1993 ha pubblicato “Contemplando segni”, silloge poetica vincitrice del X Premio Montale, in “7 poeti del Premio Montale”, (Scheiwiller); i successivi volumi “Oltreline”e (Dell’Orso, 1994), “Simmetrie” (Joker, 2000) e “Custodi ed invasori” (Mimesis-Hebenon, 2005) sono in parte confluiti ne “La parola postuma, antologia e inediti” (puntoacapo, 2011, Premio Fiera dell’Editoria di Poesia). Nel 2015 ha pubblicato “Notizie dal 72° parallelo” (Joker) e nel 2019 “Partenze e promesse. Presagi”, (puntoacapo). Suoi testi poetici sono apparsi nelle principali riviste letterarie nazionali e in decine di raccolte antologiche e volumi collettanei. È inserito in diverse antologie critiche sulla poesia contemporanea. Ha partecipato alla traduzione di “OEvre poétique” di L. S. Senghor, in “Nuit d’Afrique ma nuit noire – Notte d’Africa mia notte nera”, Harmattan Italia, 2004. Come saggista ha pubblicato “Del qui e dell’altrove nella poesia italiana moderna e contemporanea” (Ed. dell’Orso, 2011). Cura dal 2020 il blog di poesia “Di sesta e di settima grandezza – Avvistamenti di poesia”.

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *