Daìta Martinez – cqua…

0
19

 

 

 

 

 

 

cqua

morbida a scendere perdonando
dai vicoli l’imperfetto del tempo

è sapore
la bocca

pigghia
lu core

bene mio

c’havi siti
a picciridda

e

li manuzze
teni araciu

pi

nun
rumpiri
l’incantu

r’accussì dilicatu
è lu ciatu ca si fa
scantu a sciusciare

sutta ‘a vistina
tremando noi

ancora di

quest’acqua facendomi ferita ché
ad occhi nudi ci nasci l’amuri e

d’assenza
a riempire

SHARE
Articolo precedenteDaìta Martinez – chiasso notturno…
Articolo successivoDaìta Martinez – strada d’albicocco…
Daìta Martinez
Daìta Martinez, palermitana, presente in diverse raccolte antologiche, ha pubblicato con LietoColle “(dietro l’una)”, 2011, segnalata alla V Edizione del Premio Nazionale di Poesia “Maria Marino”, e nel 2013 “la bottega di via alloro”. Vincitrice - sezione dialetto - del 7° Concorso Nazionale di Poesia Città di Chiaramonte Gulfi, è stata finalista - sezione dialetto - della 44° edizione del Premio Internazionale di Poesia Città di Marineo. Inserita nell’Almanacco di poesia italiana al femminile “Secolo Donna 2018”, edizioni Macabor, nel 2019 ha pubblicato “la finestra dei mirtilli”, suite poetica stilata con il poeta comisano Fernando Lena, Edizioni Salarchi Immagini, “il rumore del latte”, Spazio Cultura Edizioni, e “nutrica”, LietoColle. È vincitrice del Premio Macabor 2019 - sezione silloge inedita di poesia - con pubblicazione, “‘a varca di zagara” in dialetto siciliano.

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *