fbpx
“L’occhio non vede le cose ma figure che significano altre cose”. Italo Calvino - Le città invisibili
  Esistono elementi che riflettono il proprio contrario. Similmente, noi siamo e non siamo al contempo. L'importante è lasciare che il dubbio si frapponga fra noi e la nostra cieca sicurezza. Affinché il giudizio sia pura meditazione, e non pregiudizio....
Non lasciare tracce che il vento non possa cancellare, non adagiarti sui passi compiuti, non lasciarti trattenere, divaga per altri sentieri, rimettiti in cammino per cercare ancora Bruce Chatwin.
  Consapevolezza o meno, essere vivi, sempre, in qualche luogo. (David Eggers)
La musica trasmette emozioni differenti per ognuno di noi. Così, come l'occhio coglie dettagli sintonizzati sul nostro sentire, io cerco di fermare momenti, espressioni, stati d'animo. E, allora, quali smorfie, gesti, pause appartengono al mondo del jazz? Smorfie e gesti...
  Come la luce del sole, o la primavera, o il riflesso in acque scure di quella conchiglia d'argento che chiamiamo luna. Oscar Wilde, Il ritratto di Dorian Gray Autrice: Sam Franza
    "Lo sai ched'è la Bolla de Sapone? l'astuccio trasparente d'un sospiro. Uscita da la canna vola in giro, sballottolata senza direzzione, pe' fasse cunnalà come se sia dall'aria stessa che la porta via " -Trilussa, "Bolla de sapone"- Foto di: Giulia Dell'Anna
“La migliore via d’uscita è sempre attraverso.” Fotografia di Silvia Accorrà
  (…) Conosciamo noi stessi solo fin dove siamo stati messi alla prova. Ve lo dico dal mio cuore sconosciuto. (Wisława Szymborska, Un minuto di silenzio per Ludwika Wowrzinska)
  "Dentro qualsiasi recinto ci sarà sempre una panchina su cui sedersi per riflettere in piena libertà". (Rossella Manzo) Fotografia di Rossella Manzo
129FollowersFollow
288FollowersFollow