Zerocalcare – Dimentica il mio nome

0
55

Quando il fumetto è letteratura

Muore la nonna e Zerocalcare intraprende un viaggio all’interno della propria memoria familiare. In questa personalissima recherche affiorano sorprendenti verità non del tutto sepolte, costellate dalle fantasie e dagli incubi dell’autore. Volpi parlanti, madri chiocce, nonne papere e onnipresenti armadilli costituiscono il pantheon entro cui si muove il narratore/protagonista, eterno outsider, attanagliato da dubbi e sensi di colpa, che dà in pasto al lettore con onestà temperata dal sorriso.

Linguaggio e disegni, infatti,  alternano ironia e vena poetica; citazioni pop sono reinventate e stravolte (emblematica la volpe accusata di circonvenzione di incapace ai danni del Piccolo Principe). Le emozioni dei personaggi (e del lettore) vengono amplificate dai disegni, fortemente espressivi.

Un’opera divertente e toccante, che nulla ha da invidiare a romanzi di formazione più blasonati.

SHARE
Articolo precedenteAnimali notturni
Articolo successivoStefano Benni
Antonia Buizza
Antonia Buizza è nata a Brescia nel 1972 e ha trascorso tutta la sua vita a scuola, passando senza interruzioni dal banco alla cattedra. Attualmente insegna lettere in una scuola media della Franciacorta. vive in Franciacorta, dove svolge l'attività di insegnante. Recentemente ha pubblicato la sua prima antologia di racconti, "Fuori fa bel tempo" (Prospero, 2017).

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *