Walter Tevis – Solo il mimo canta al limitare del bosco

0
234

Poetica distopia

Scenario sconfortante e profetico del romanzo è una New York fatiscente, popolata da un’umanità ignorante e istupidita dalle droghe, dove il motto di ciascuno è Non chiedere, rilassati.
In questo mondo, centrato esclusivamente sul piacere immediato e sull’appagamento dei bisogni primari, si muovono i tre protagonisti: Spofforth, il robot che non può morire, più umano degli umani; la ribelle MaryLou; e il timido professor Bentley. Non ci sono eroi né antagonisti in questa storia, ma tre solitudini che un’inaspettata  circostanza fa incontrare: Bentley trova un libro, oggetto obsoleto quasi scomparso in questo futuro apocalittico, e impara a leggere.

In questa fiaba postmoderna il libro viene ad assumere la funzione di mezzo magico, capace di restituire all’uomo la propria umanità.
Un inno alla lettura e al suo potenziale salvifico. Un romanzo suggestivo aperto alla speranza. Poetico.

SHARE
Articolo precedenteMichel Foucault
Articolo successivoSalvador Allende
Antonia Buizza
Antonia Buizza è nata a Brescia nel 1972 e ha trascorso tutta la sua vita a scuola, passando senza interruzioni dal banco alla cattedra. Attualmente insegna lettere in una scuola media della Franciacorta. vive in Franciacorta, dove svolge l'attività di insegnante. Recentemente ha pubblicato la sua prima antologia di racconti, "Fuori fa bel tempo" (Prospero, 2017).

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *