W.R. Burnett – Rimpiangimi

0
66

Rimpiangimi (indegno e fuorviante titolo italiano per Conant, 1961) è un classico giallo gangsteristico che vede contrapporsi un giornalista a schegge impazzite della criminalità e che presenta alcuni momenti noir di innegabile fascino.

Burnett si dimostra ancora una volta maestro nel dipingere un mondo oscuro e violento, quello diretto dagli architetti della corruzione, gli uomini che spingono i bottoni e fanno girare le ruote della macchina politica. Un mondo che stritola uomini come Conant, preso nel mezzo da Nick Worden, un despota apparentemente benevolo dell’Organizzazione, e da Leone Worden, che rappresenta la nuova generazioni di uomini feroci e privi di scrupoli.

Una sfida che si concluderà nel sangue e che costituisce un puro lavoro di routine per William R. Burnett: Rimpiangimi è un romanzetto di intrattenimento ben lontano dalle opere migliori dell’autore americano, ma è comunque godibile dalla prima all’ultima pagina, a dimostrazione che il sangue non è acqua e che anche le opere scritte per motivi alimentari possono avere una loro dignità.

SHARE
Articolo precedenteM. B. Ionescu-Lupeanu
Articolo successivoElena Baila – Ouverture
Heiko H. Caimi
Scrittore e sceneggiatore, insegna scrittura creativa dal 1999. Ha collaborato con la casa editrice Tranchida dal 2007 al 2009 come docente di Scuola Forrester e come membro del CdA e redattore del comitato editoriale, nonché come autore sulle riviste telematiche “Gluck59” e “Tenekè”. Ha collaborato come autore di novelle con gli editori Mondadori e GVE e pubblica racconti, articoli, recensioni e poesie con diverse riviste telematiche. Ha partecipato come poeta alla VII Edizione della Carovana dei Versi nel 2012-2013, e sue opere sono state pubblicate nel 2013 all’interno dell’antologia edita dalla Casa Editrice Abrigliasciolta di Varese. Ha tenuto corsi di scrittura e di sceneggiatura presso la libreria Egea dell’Università Bocconi di Milano, presso l’I.I.S. A. Lunardi di Brescia, in svariate biblioteche e associazioni del comprensorio bresciano e in alcune scuole svizzere. Un film per cui ha scritto la sceneggiatura è stato opzionato due volte e ha collaborato come sceneggiatore a una produzione internazionale (“Haiti Voodoo”, 2011). In un lontano passato ha suonato in svariati gruppi musicali e ha collaborato a numerosi cortometraggi. Attualmente vive e lavora a Brescia. Dal 2002 è Presidente di Magnoliaitalia e dal 2013 è docente e direttore della Bottega della Scrittura di Brescia, scuola professionale per scrittori.

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *