Gabriele Baroni – Una grandiosa solitudine

0
203

Persi nel niente

Una grandiosa solitudine è un mosaico composito di storie: ventisette racconti, divisi in cinque parti, che all’inizio sembrano essere slegati fra loro e rimanere sospesi nella rappresentazione di scorci di vite inconclusi; procedendo nella lettura, però, ci si rende conto di quanto un episodio richiami l’altro, e di quanto sia la somma delle parti, e non il singolo elemento, a dare senso e spessore all’opera complessa di Gabriele Baroni. Perché, come suggerisce l’autore stesso, la vita è il racconto che ti racconti.

Le vicende narrate si accavallano tra provincia e metropoli durante il mese di luglio, periodo in cui spesso anche la solitudine si paga; e si snodano impietose in un mondo, il nostro, privo di senso della comunità, al quale neppure i protagonisti partecipano: preferiscono stare immobili a guardare mentre la vita scivola via. Del resto che cos’altro potrebbero fare, defraudati degli ideali, la cui caduta li lascia soli in un deserto esanime? Persi tra le domeniche, i giorni più solitari di tutti, e i propri solipsismi, i propri fallimenti cui brindare seduti al tavolo d’osteria e discorsi che si perdono nel vento, non resta loro che dedicarsi alla pesca: una scusa per rimanere in silenzio e pensare pensieri salati.

Grazie anche a una scrittura nitida, evocativa, Baroni riesce a creare un’opera toccante, intensa, gettando il proprio sguardo lucido sul nostro presente fatto di niente. O, forse, di una grandiosa solitudine.

SHARE
Articolo precedenteOlivier Bleys – Il mercante di tulipani
Articolo successivoRichard Stark e Darwyn Cooke – Luna-Parker
Heiko H. Caimi
Heiko H. Caimi, classe 1968, è scrittore, sceneggiatore, poeta e docente di scrittura narrativa. Ha collaborato come autore con gli editori Mondadori, Tranchida, abrigliasciolta e altri. Ha tenuto corsi di scrittura presso la libreria Egea dell’Università Bocconi di Milano e diverse scuole, biblioteche e associazioni in Italia e in Svizzera. Dal 2013 è direttore editoriale della rivista di letterature Inkroci. È tra i fondatori e gli organizzatori della rassegna letteraria itinerante Libri in Movimento. L’ultimo suo lavoro è il romanzo "I predestinati" (Prospero, 2019).

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *