Simona Vinci – Dei bambini non si sa niente

0
93

Il sesso dei bambini

Un gruppo di bambini scopre il sesso grazie alla guida di un amico più grande, iniziando un “gioco” che si fa sempre più estremo, fino a quando la situazione degenera. In un mondo di adulti assenti, che non vedono o non vogliono vedere, i fanciulli sono esseri alla deriva che devono scoprirsi, trovarsi e cercarsi un posto in un mondo che, per il momento, li ignora e li consegna all’orrore.

Molti gli spunti di dibattito che Dei bambini non si sa niente (1997, romanzo d’esordio di Simona Vinci) può suscitare; rimanendo in ambito letterario, è coraggioso per la scelta di affrontare un tabù, ma decisamente sconclusionato, povero dal punto di vista della scrittura, troppo scarno nella trama, che in alcuni punti risulta francamente assurda, troppo misera la prosa fatta di frasi brevi, frammenti narrativi ripetuti alla noia, con personaggi che si faranno dimenticare perché privi di una vera personalità. Già si intuisce, però, che non sarà con questo genere di narrativa che l’autrice dimostrerà quello che vale, quindi può costituire un punto di partenza per scoprire un talento che si dimostrerà tale nelle opere successive.

SHARE
Articolo precedenteRae Armantrout – Con
Articolo successivoSolamente nero
Valentina Leoni
Valentina Leoni è musicista e storica dell'arte, ha scritto e scrive recensioni e articoli riguardanti libri e fumetti per diversi siti. Attenta conoscitrice della cultura giapponese, ha fatto parte del comitato scientifico della mostra Dai Samurai a Mazinga Z (Casa dei Carraresi, Treviso ottobre 2014) ed è da anni collaboratrice di Radio Animati per la quale ha curato di recente la trasmissione Yatta: Luoghi Non Comuni sull'Animazione Giapponese.

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *