Alessandro Perissinotto – Semina il vento

0
923

I lupi uccidono anche a Vercelli

Storia d’amore e di morte fra un maestro piemontese e una francese di origini iraniane che, dopo il loro trasferimento da Parigi alla provincia vercellese, sono travolti, loro malgrado, da un vortice di intolleranza e fanatismo che li perderà senza remissione. Quadro credibile e dolente del graduale scatenamento degli istinti peggiori dell’uomo, che nascono strisciando nel silenzio della ragione e poi trionfano irresistibilmente anche sulle nature più sensibili.

SHARE
Articolo precedenteEnnio
Articolo successivoHeiko H. Caimi – Terra malata
Un altro uomo invisibile che galleggia in mezzo al mare del nulla, è arduo definirlo sia per tratti somatici che per età. Campa la vita lavorando, di contraggenio, in uno dei templi assoluti della brescianità e, ciò nonostante, ne prende ispirazione per le cose che scrive. Espulso da tutti i circoli cui si è aggregato, gli amici lo chiamano “Wikipedia” a causa dei discorsi incomprensibili e della pronunzia, che confonde in un unico suono le erre, le elle, le vu, le pi, le bi, le esse e le effe. Sostiene di essere pacifista, ma si vanta di aver redatto, molto tempo fa, alcuni testi rivoluzionari per un ex-guerrigliero irascibile e avarissimo, ora convertitosi al libero mercato.

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *