Isaac Asimov – La fine dell’eternità

0
37

Preziosa gemma dall’etica risplendente

C’è una piccola fatica da compiere, per godere appieno di questa preziosa gemma della produzione letteraria: saper andare oltre lo stereotipato preconcetto verso la letteratura di genere. Fatto il passo non rimane che lasciarsi trasportare dalle spirali tessute dagli Eterni, gli unici in grado di manipolare il passato e il futuro, viaggiando avanti e indietro nel tempo. Il tecnico Harlan, sfruttando l’effetto farfalla, è incaricato di eliminare tutte le imperfezioni del passato che possano causare guerre, sofferenze e tragedie. La vicenda si snoda, in un susseguirsi di colpi di scena, fino a portare il protagonista a scegliere fra il bene dell’umanità e le emozioni del proprio cuore. Lo fa suscitandoci numerose domande: quesiti verso i quali Asimov ci conduce con logica ferrea e risposte precise.

Una grande riflessione sullo spazio e sul tempo, un’indagine sull’eternità e sul suo significato profondo: un cammino attraverso i paradossi temporali, meditando sull’etica che il genere umano deve darsi per sopravvivere con dignità.

Questo romanzo del 1955 è un ultrasessantenne che sgambetta e sgomita come un sedicenne. Capolavoro di stile e creatività.

SHARE
Articolo precedenteTina Anselmi
Articolo successivoElizabeth Gaskell – Nord e Sud
Giorgio Olivari
Giorgio Olivari è nato a Brescia nel giugno del 1964. Ha effettuato studi tecnici e svolge una professione legata all’industrial design e allo sviluppo di progetti. Dopo i primi quarant’anni da lettore scopre casualmente la scrittura. Uno scherzo della vita: l’iscrizione quasi per gioco a un corso di scrittura. Una scintilla che, una volta scoccata, non si spegne e diventa racconto, storie e pensieri, alcuni dei quali pubblicati dai tipi di BESA in “Pretesti Sensibili” nel 2008. La prima raccolta di racconti brevi, “Futili Emotivi”, è pubblicata da Carta & Penna Editore nel 2010, come premio per il primo posto al concorso Praeder Willi 2009.

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *