Paola Mastrocola – La narice del coniglio

0
96

Dal niente al niente

Barbara Lope è ricca, elegante e ha un bel lavoro. Eppure ogni tanto le scatta qualcosa, un impulso irresistibile che non riesce a trattenere, un gesto che sgretola ciò che sembrava serio: la narice del coniglio, appunto. Un inarcarsi del labbro e un fremere della narice che getta scompiglio, prima ancora che nella vita degli altri, nella propria.

Parte dal niente, questo racconto di Paola Mastrocola, ed al niente ritorna. La scrittura iperaggettivata, superficiale tipica dell’autrice si conferma in questo libretto insulso, privo di qualsiasi interesse, dove si vorrebbe far passare la vaporosità per spessore. Così una metafora del mondo contemporaneo e delle sue impalcature, di quanto si sgretolino facilmente se si guarda sotto la superficie, viene banalizzata in settanta pagine di noia. Un’autrice sopravvalutata, un libro che non vale nemmeno i pochi euro d’investimento.

SHARE
Articolo precedenteHeinrich Heine
Articolo successivoGiovanni Arpino – L’ombra delle colline
Heiko H. Caimi
Scrittore e sceneggiatore, insegna scrittura creativa dal 1999. Ha collaborato con la casa editrice Tranchida dal 2007 al 2009 come docente di Scuola Forrester e come membro del CdA e redattore del comitato editoriale, nonché come autore sulle riviste telematiche “Gluck59” e “Tenekè”. Ha collaborato come autore di novelle con gli editori Mondadori e GVE e pubblica racconti, articoli, recensioni e poesie con diverse riviste telematiche. Ha partecipato come poeta alla VII Edizione della Carovana dei Versi nel 2012-2013, e sue opere sono state pubblicate nel 2013 all’interno dell’antologia edita dalla Casa Editrice Abrigliasciolta di Varese. Ha tenuto corsi di scrittura e di sceneggiatura presso la libreria Egea dell’Università Bocconi di Milano, presso l’I.I.S. A. Lunardi di Brescia, in svariate biblioteche e associazioni del comprensorio bresciano e in alcune scuole svizzere. Un film per cui ha scritto la sceneggiatura è stato opzionato due volte e ha collaborato come sceneggiatore a una produzione internazionale (“Haiti Voodoo”, 2011). In un lontano passato ha suonato in svariati gruppi musicali e ha collaborato a numerosi cortometraggi. Attualmente vive e lavora a Brescia. Dal 2002 è Presidente di Magnoliaitalia e dal 2013 è docente e direttore della Bottega della Scrittura di Brescia, scuola professionale per scrittori.

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *