David Ambrose – L’uomo che credeva di essere se stesso

0
1124

Delirio a più dimensioni

La vita perfetta dell’editore Rick Hamilton mostra segni di cedimento in seguito a una serie di incidenti apparentemente inspiegabili, che culminano in un improvviso presentimento di morte durante un appuntamento di lavoro. Infatti qualcuno è stato dilaniato dalle lamiere contorte dell’auto di sua moglie Anne. Ma chi è morto davvero? Sua moglie o il piccolo Charlie, suo figlio?

Giocando abilmente con le dimensioni parallele, i viaggi nel tempo e la teoria dei quanti David Ambrose riesce a costruire un thriller psicologico in cui la doppia personalità viene presentata come una presenza di due entità consimili entro uno stesso corpo, e nel quale i piani di realtà si sovrappongono come in un delirio paranoide.

L’originalità del romanzo sta soprattutto nell’approccio psicoanalitico, che sa sfruttare al meglio alcuni topoi della fantascienza per creare una storia originale e del tutto imprevedibile. Un libro che lascia il segno.

SHARE
Articolo precedenteAdam Christopher – Empire State
Articolo successivoYan Lianke – Il sogno del villaggio dei Ding
Heiko H. Caimi, classe 1968, è scrittore, sceneggiatore, poeta e docente di scrittura narrativa. Ha collaborato come autore con gli editori Mondadori, Tranchida, Abrigliasciolta e altri. Ha insegnato presso la libreria Egea dell’Università Bocconi di Milano e diverse altre scuole, biblioteche e associazioni in Italia e in Svizzera. Dal 2013 è direttore editoriale della rivista di letterature Inkroci. È tra i fondatori e gli organizzatori della rassegna letteraria itinerante Libri in Movimento. Collabora con il notiziario "InPrimis" tenendo la rubrica "Pagine in un minuto" e con il blog della scrittrice Barbara Garlaschelli "Sdiario". Ha pubblicato il romanzo "I predestinati" (Prospero, 2019) e ha curato le antologie di racconti "Oltre il confine. Storie di migrazione" (Prospero, 2019) e "Anch'io. Storie di donne al limite" (Prospero, 2021).