William McIlvanney – La fornace

0
669

Noi siamo il libro, il libro è noi

Più che una lettura, un’esperienza. Non si esce indenni da questo romanzo di McIlvanney: se ne esce trasformati, con una consapevolezza nuova, più ampia. Perché i meandri dei ricordi di Tom Docherty, il protagonista, riguardano, in un modo o nell’altro, chiunque di noi. E affondano nella nostra coscienza personale e collettiva. Universale.

SHARE
Articolo precedente“Noi saremo tutto” di Valerio Evangelisti
Articolo successivoFedro – Favole
Heiko H. Caimi
Heiko H. Caimi, classe 1968, è scrittore, sceneggiatore, poeta e docente di scrittura narrativa. Ha collaborato come autore con gli editori Mondadori, Tranchida, Abrigliasciolta e altri. Ha insegnato presso la libreria Egea dell’Università Bocconi di Milano e diverse altre scuole, biblioteche e associazioni in Italia e in Svizzera. Dal 2013 è direttore editoriale della rivista di letterature Inkroci. È tra i fondatori e gli organizzatori della rassegna letteraria itinerante Libri in Movimento. Collabora con il notiziario "InPrimis" tenendo la rubrica "Pagine in un minuto" e con il blog della scrittrice Barbara Garlaschelli "Sdiario". Ha pubblicato il romanzo "I predestinati" (Prospero, 2019) e ha curato l’antologia di racconti "Oltre il confine. Storie di migrazione" (Prospero, 2019).

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *