Isabelle Allende – Lungo petalo di mare

0
58

Victor e Rose sono due giovani in fuga dalla guerra civile spagnola: dopo varie peripezie si imbarcano sul Winnipeg, il transatlantico che Pablo Neruda noleggiò per portare in Cile gli esuli iberici.

Con questo romanzo Isabelle Allende torna sulle vicende storico-politiche del Cile attraverso gli occhi di due personaggi che, catapultati nel nuovo mondo, osservano e cercano di capire la realtà in cui si trovano a dover vivere.
Dopo una lunga introduzione, veniamo trascinati nel cuore della Storia e della società cilene attraverso un affresco fatto di ipocrisie, compromessi, anelito di libertà e saldo ancoraggio alle tradizioni e ai pregiudizi.

I personaggi del romanzo sono idealisti e capaci di grandi sentimenti, profondamente umani, impastati di magia e superstizione ma con un vago senso di ironia e leggerezza. Non fa difetto all’autrice la capacità di tenerci attaccati alla pagina anche nei momenti, ben circostanziati e documentati, di narrazione storica.
Godibile sebbene non all’altezza della Casa degli Spiriti.

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *