Gianni Brera – Il corpo della ragassa

0
32

Il disincanto di Brera

Per la serie “Ripescaggi”, segnaliamo un romanzo che compirà a breve cinquant’anni: Il corpo della ragassa di Gianni Brera. Uscito per la prima volta nel 1969, Il corpo della ragassa è ambientato negli anni Trenta. Nella casa paesana di Tirisìn (Teresa) arriva una donna di agevoli costumi, in fuga da una situazione molto pericolosa. Per suo tramite, la bella e giovane Tirisìn va a servizio a Pavia presso un uomo importante, Ulderico Quario, che la inizia al sesso. Poi il colpo di scena. E Tirisìn, ormai non più ingenua, saprà approfittarne.

Uno stile serrato, che permette una lettura a un ritmo rapido e stupisce per la capacità di essere al contempo profondo e disincantato, attento alla psiche dei personaggi e cinico. Un romanzo che sarebbe senz’altro entrato anche nei dibattiti accademici, se il sentire comune non avesse relegato quella barba e quella pipa, per grande fortuna di chi faceva il romanziere in quegli anni, a simboli esclusivi di colui che andava considerato il più grande giornalista sportivo italiano e non anche un grandissimo scrittore.

SHARE
Articolo precedenteGeorg Christoph Lichtenberg
Articolo successivoJoe R. Lansdale aforismi
Riccardo Burgazzi
Riccardo Burgazzi è nato a Milano nel 1988. Laureato in Lettere, ha vissuto in Spagna e in Repubblica Ceca, dove ha conseguito un dottorato di ricerca in filologia mediolatina e insegnato “Storia del libro” e “Letteratura latina medievale” all’Università Carolina di Praga. Ha pubblicato i romanzi “Storia del Michelasso” (Prospero, 2016) e “Le primavere di Praga” (Prospero, 2018) e il saggio “Francis of Mayronis' Tractatus de passione Domini. Critical edition and studies (Prospero, 2017).

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *