Giuseppe Berto – Guerra in camicia nera

0
821

Dalla parte di chi ci ha creduto

Libro quasi dimenticato di uno scrittore da riscoprire, è il diario di un giovane fascista, partito volontario per la guerra di Libia, e presto coinvolto nel crollo apocalittico di quella campagna. Opera a suo modo straniante, consente di mettersi dalla parte degli “sconfitti dalla storia” e di comprendere l’illusione di quei giovani che credettero in Mussolini.

SHARE
Articolo precedenteRoss MacDonald – Il delitto non invecchia
Articolo successivoShahrnush Parsipur – Donne senza uomini
Michele Curatolo
Un altro uomo invisibile che galleggia in mezzo al mare del nulla, è arduo definirlo sia per tratti somatici che per età. Campa la vita lavorando, di contraggenio, in uno dei templi assoluti della brescianità e, ciò nonostante, ne prende ispirazione per le cose che scrive. Espulso da tutti i circoli cui si è aggregato, gli amici lo chiamano “Wikipedia” a causa dei discorsi incomprensibili e della pronunzia, che confonde in un unico suono le erre, le elle, le vu, le pi, le bi, le esse e le effe. Sostiene di essere pacifista, ma si vanta di aver redatto, molto tempo fa, alcuni testi rivoluzionari per un ex-guerrigliero irascibile e avarissimo, ora convertitosi al libero mercato.

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *