Natalia Ginzburg – Caro Michele

0
619

L’equilibrio dopo il Sessantotto

Equilibratissimo e delicato romanzo che inquadra le logiche contestatarie dei primi anni Settanta nell’ambito, quasi minimalista, di un lessico familiare interrotto, frantumato, incapace di comunicare. E non è la chiusura di Michele, figlio “perduto”, ma l’incomunicabilità dei singoli individualismi e dei personali dolori a rendere impossibile un dialogo sempre tentato e mai compiuto.

Alternando una narrazione frammentaria ed essenziale alle lettere che si scambiano i protagonisti, la Ginzburg realizza un ritratto commovente e denso che merita l’aggettivo di “indimenticabile”.

 

SHARE
Articolo precedenteDaniele Luttazzi – 101 cose da evitare a un funerale
Articolo successivoWilliam Wall – Alice Falling
Heiko H. Caimi
Heiko H. Caimi, classe 1968, è scrittore, sceneggiatore, poeta e docente di scrittura narrativa. Ha collaborato come autore con gli editori Mondadori, Tranchida, abrigliasciolta e altri. Ha tenuto corsi di scrittura presso la libreria Egea dell’Università Bocconi di Milano e diverse scuole, biblioteche e associazioni in Italia e in Svizzera. Dal 2013 è direttore editoriale della rivista di letterature Inkroci. È tra i fondatori e gli organizzatori della rassegna letteraria itinerante Libri in Movimento. L’ultimo suo lavoro è il romanzo "I predestinati" (Prospero, 2019).