Georges Simenon – L’assassino

0
612

Un profondo conoscitore dell’animo umano

Ritorna in questo breve libro un tema caro a Simenon, quello del borghese ordinario che travalica i limiti imposti da una vita convenzionale e ne paga un duro prezzo. Come Popinga nell’Uomo che guadava passare i treni, anche il dottor Hans Kuperus, protagonista del romanzo, commette un omicidio: uccide la moglie e il suo amante. Tuttavia non è il reato in sé a interessare lo scrittore, quanto l’evoluzione del personaggio, le innumerevoli pieghe di un animo combattuto fra il delirio di onnipotenza scaturito dal suo atto e la nostalgia di una vita convenzionale, irrimediabilmente perduta. Fa da contorno uno scenario borghese, duramente raccontato nella sua ipocrisia. Inarrivabile.

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *