Francesco Filippi – Mussolini ha fatto anche cose buone

0
91

A coloro che non sanno ma sono curiosi di conoscere la verità per difendersi dall’asfissiante serie di fake news con cui si avvelenano i pozzi della Storia, consiglio vivamente Mussolini ha fatto anche cose buone – Le idiozie che continuano a circolare sul fascismo, di Francesco Filippi, per rispondere punto su punto agli idioti che ancora cianciano di un fascismo dal volto umano e di un Duce che amava l’Italia e il suo popolo sopra ogni cosa. Il fascismo è stato una spietata dittatura liberticida, e Mussolini un cinico personaggio, un opportunista che non ha esitato a mandare a morte certa centinaia di migliaia di italiani – in ossequio al suo degno alleato Adolf Hitler – per affermare un’ideologia abominevole, bocciata definitivamente dalla Storia. Ma non morta, evidentemente.

Coloro che non sanno ma credono di sapere, o non vogliono sapere, tacciano. Coloro che sanno ripassino.

SHARE
Articolo precedenteGesualdo Bufalino
Articolo successivoMartin Luther King
Giuseppe Ciarallo
Giuseppe Ciarallo, molisano di origine, è nato nel 1958 a Milano. Ha pubblicato tre raccolte di short-stories, "Racconti per sax tenore" (Tranchida, 1994), "Amori a serramanico" (Tranchida, 1999), "Le spade non bastano mai" (PaginaUno, 2016) e un poemetto di satira politica dal titolo "DanteSka Apocrifunk – HIP HOPera in sette canti" (PaginaUno, 2011); ha inoltre partecipato con suoi racconti ai libri collettivi "Sorci verdi – Storie di ordinario leghismo" (Alegre, 2011), "Lavoro Vivo" (Alegre, 2012), "Festa d’aprile" (Tempesta Editore, 2015); suoi componimenti sono inclusi in varie raccolte antologiche di poesia: "Carovana dei versi – poesia in azione" 2009, 2011 e 2013 (Ed. abrigliasciolta), "Aloud – Il fenomeno performativo della parola in azione" (Ed. abrigliasciolta, 2016), "Parole sante – versi per una metamorfosi" (Ed. Kurumuny, 2016), "Parole sante – ùmide ampate t’aria" (Ed. Kurumuny, 2017). Scrive di letteratura e non solo su PaginaUno e Inkroci, collabora con A-Rivista anarchica e Buduàr, rivista on line di umorismo e satira. Fa parte del collettivo di redazione di "Letteraria/Nuova Rivista Letteraria" e "Zona Letteraria – Studi e prove di letteratura sociale" fin dalla fondazione.

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *