Valerio Evangelisti – Alla periferia di Alphaville

0
758

Quando il saggio appassiona

Una serie di saggi appassionanti che, passando dall’attualità e dalla sua (mancata) espressione letteraria in Italia, compie un excursus tra letteratura e cinema con particolare riferimento alla narrativa di genere ed alla sua dignità. Con una scrittura immediata e niente affatto pedante, Evangelisti riesce a far apprezzare analisi critiche tutt’altro che banali senza ergersi ad accademico, ma con la semplice forza della sua intelligenza e dei suoi argomenti. A parte qualche ripetizione (si tratta di una raccolta di brani scritti per libri e riviste) quando parla di fantascienza, un saggio davvero formidabile, più intenso e incisivo nella prima parte, più divertente nell’ultima (quando affronta il cinema “trash”).

Leggi l’intervista a Valerio Evangelisti

SHARE
Articolo precedenteLuxury in a Glass
Articolo successivoMarguerite Duras – Occhi blu, capelli neri
Heiko H. Caimi
Heiko H. Caimi, classe 1968, è scrittore, sceneggiatore, poeta e docente di scrittura narrativa. Ha collaborato come autore con gli editori Mondadori, Tranchida, Abrigliasciolta e altri. Ha insegnato presso la libreria Egea dell’Università Bocconi di Milano e diverse altre scuole, biblioteche e associazioni in Italia e in Svizzera. Dal 2013 è direttore editoriale della rivista di letterature Inkroci. È tra i fondatori e gli organizzatori della rassegna letteraria itinerante Libri in Movimento. Collabora con il notiziario "InPrimis" tenendo la rubrica "Pagine in un minuto" e con il blog della scrittrice Barbara Garlaschelli "Sdiario". Ha pubblicato il romanzo "I predestinati" (Prospero, 2019) e ha curato l’antologia di racconti "Oltre il confine. Storie di migrazione" (Prospero, 2019).

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *