Elena Tomaini – Maschere respiratorie

0
539

Maschere per soffocare

Nove racconti, nove situazioni al limite: sdoppiamento, osmosi, tradimento, contagio, suicidio, ripetizione, svuotamento, tortura, iperprotezione. Le maschere sono mortali finzioni attraverso le quali crediamo di respirare e che invece ci soffocano fino a dissolverci. Su tutto l’imperio dell’arte, estrema finzione psicopatologica che contamina il quotidiano fino a disgregarlo: nella società dello spettacolo tutto è spettacolo, persino l’amore e la messa in scena della propria morte. Non c’è spiraglio di speranza nelle storie narrate da Elena Tomaini, penna ancora acerba ma capace di uno sguardo traslucido che trafigge. Cerebrale ma autentico.

SHARE
Articolo precedenteTobias Wolff – Proprio quella notte
Articolo successivoJean-Claude Izzo – Casino totale
Heiko H. Caimi
Heiko H. Caimi, classe 1968, è scrittore, sceneggiatore, poeta e docente di scrittura narrativa. Ha collaborato come autore con gli editori Mondadori, Tranchida, abrigliasciolta e altri. Ha tenuto corsi di scrittura presso la libreria Egea dell’Università Bocconi di Milano e diverse scuole, biblioteche e associazioni in Italia e in Svizzera. Dal 2013 è direttore editoriale della rivista di letterature Inkroci. È tra i fondatori e gli organizzatori della rassegna letteraria itinerante Libri in Movimento. L’ultimo suo lavoro è il romanzo "I predestinati" (Prospero, 2019).

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *