Grazia Deledda – Canne al vento

0
982

L’attaccamento di Efix

Quello che rimane dalla lettura del romanzo è il paesaggio aspro e assolato dell’entroterra sardo, cui la scrittrice dedica intense pause descrittive. Su tale sfondo si staglia la figura del protagonista, il servo Efix, morbosamente attaccato alle dame Pintor, le sue padrone. La vicenda, ovverossia i tentativi del servo di proteggere le padrone dall’indigenza, assume i connotati di una malata forma di espiazione in cui Efix appare come moderno Giobbe. Un libro impegnativo, una scrittura lontana dalla sensibilità moderna e proprio per questo meritevole di essere riscoperta.