Kenzaburo Oe – Il salto mortale

0
51

Nel Giappone contemporaneo, il capo di una setta religiosa prepara il proprio ritorno sulla scena pubblica dopo dieci anni passati nell’ombra a causa del rinnegamento dei suoi insegnamenti, operato al fine di evitare una strage. Sul suo nuovo percorso di fede si fa affiancare da alcuni personaggi estremamente peculiari: un giovane idealista, un ex studente dal passato torbido, un anziano pittore gravemente malato e una ballerina disposta a sacrificare le proprie aspirazioni artistiche al nuovo mondo promesso dal suo mentore.

Romanzo di eccezionale complessità, che prende vagamente spunto da un fatto di cronaca, Il salto mortale conduce il lettore in un mondo dominato da un misticismo straniante, in cui è difficile distinguere la follia da dottrine che facilmente sconfinano in fanatismi ciechi e assoluti.
Oe descrive e denuncia il caos che da decenni minaccia una nazione che ha perso l’identità e la sicurezza della propria cultura secolare, incarnata dalla figura dell’Imperatore, in un vuoto ideologico e morale paragonabile all’abisso sull’orlo del quale si trovano i protagonisti della vicenda.
Il lettore si trova davanti personaggi dagli animi tormentati da dubbi o confortati da una fede disperata: saranno loro a svelarsi, attraverso i lunghi monologhi e i numerosi dialoghi, quasi che ognuno sia il latore di una teoria che non convince nemmeno lui; fino a darci l’impressione di aver percorso con ognuno di loro la strada fino al Paradiso, ma di aver trovato la porta chiusa.

Romanzo cupo e di grande forza drammatica, crudo eppure non privo di un afflato lirico presente soprattutto nelle minuziose descrizioni di ambienti e soprattutto di paesaggi, Il Salto mortale è una lunga riflessione sul rapporto dell’uomo moderno con il divino e con la morte, e sulla necessità di recuperare un senso critico dell’arte, vera e sicura aspirazione di libertà di ogni spirito sensibile.

SHARE
Articolo precedenteSophia Loren
Articolo successivoIda Travi – (la casa è tornata)
Valentina Leoni
Valentina Leoni è musicista e storica dell'arte, ha scritto e scrive recensioni e articoli riguardanti libri e fumetti per diversi siti. Attenta conoscitrice della cultura giapponese, ha fatto parte del comitato scientifico della mostra Dai Samurai a Mazinga Z (Casa dei Carraresi, Treviso ottobre 2014) ed è da anni collaboratrice di Radio Animati per la quale ha curato di recente la trasmissione Yatta: Luoghi Non Comuni sull'Animazione Giapponese.

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *