Ilaria Tuti – Figlia della cenere

0
141

In Figlia della cenere, quarto romanzo di Ilaria Tuti, torna Teresa Battaglia per raccontarci una storia di dipendenza affettiva e di donne dalla forza straordinaria – e per ricordarci l’importanza della memoria, personale e collettiva.

Per Teresa Battaglia è arrivato il momento di affrontare l’interrogativo più straziante della sua vita e di trovare il coraggio di darsi una risposta: sente che è arrivato il momento di ritirarsi, ma un vecchio caso, forse il più importante della sua vita, torna a riaprirsi, facendo bruciare ricordi e ferite mai davvero guarite.
Teresa ha di fronte un assassino seriale: il primo criminale finito dietro alle sbarre grazie a lei, ventisette anni prima, quando era una donna insicura, sposata con un marito violento. Al tempo il suo istinto, ora riconosciuto e apprezzato da tutti, era ancora informe, ma iniziava a reclamare il proprio spazio in un mondo dominato dagli uomini, per mettersi al servizio della giustizia e della verità.
La fine rappresenterà, come spesso accade, un ritorno all’inizi: tra fantasmi del passato e un’antica voce di morte che ritorna a farsi viva, Teresa comprende di dovere a se stessa e a chi la circonda un ultimo atto – un ultimo scontro con la ferocia della vita.

Con una narrazione che si sposta avanti e indietro nel tempo, fatta di frammenti come la mente di Teresa Battaglia – che fatica a tenere insieme i pezzi –, Ilaria Tuti ci porta alle origini del suo commissario e indaga le cause del male che ci abita: perché dietro ogni colpevole se ne nascondono sempre altri, e per comprendere e giudicare bisogna conoscere tutta la storia.


ILARIA TUTI vive a Gemona del Friuli, in provincia di Udine. Appassionata di pittura, nel tempo libero ha fatto l’illustratrice per una piccola casa editrice. Nel 2014 ha vinto il Premio Gran Giallo Città di Cattolica. Il suo esordio, il thriller Fiori sopra l’inferno. pubblicato da Longanesi nel 2018, le ha fatto subito assumere una posizione di prestigio nella narrativa italiana, Il secondo romanzo, Ninfa dormiente, è del 2019, e le è valso la finale agli Edgar Awards. Entrambi vedono come protagonista sia il commissario Teresa Battaglia, uno straordinario personaggio che ha conquistato editori e lettori in tutto il mondo, sia, soprattutto, la terra natia dell’autrice, con la sua storia e i suoi misteri. Nel 2020 esce il suo terzo romanzo, Fiore di roccia, che narra la storia delle Portatrici carniche durante la prima guerra mondiale. Con Luce della notte, il suo quarto romanzo, torna in scena il commissario Teresa Battaglia.

Per gentile concessione di Sognaparole Magazine

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *