Nicoletta Vallorani – Il nome segreto della guerra

0
157

Viola è una ragazzina in guerra con se stessa, con la famiglia, con la scuola… con il mondo intero. Quando è costretta a trasferirsi con la famiglia in una sperduta isola del Mediterraneo decide di averne abbastanza: fugge dalla scuola e da mamma e papà. Ma viene inseguita dalla sua puzzolente e inesorabile ombra cattiva, e per sfuggirle rischierà di annegare. Verrà salvata dal Fabbro delle storie, che le farà compiere una serie di viaggi fantastici nel bel mezzo di una serie di conflitti che hanno segnato la Storia, anche letteraria: dalla guerra di Troia all’isola del Signore delle mosche, dal selvaggio West a Hiroshima. Attraverso questo viaggio iniziatico Viola, novella Ulisse preadolescente, scoprirà come fronteggiare e sconfiggere la propria ombra cattiva, che l’insegue anche nei suoi viaggi, e il significato della guerra: che non è mai soltanto un conflitto del mondo, ma anche e soprattutto un conflitto umano.

In questo romanzo per ragazzi Nicoletta Vallorani smaschera con semplicità e arguzia le false motivazioni di ogni guerra e il detto secondo il quale una guerra può risolvere ogni problema. Un libro straordinario, adatto tanto ai bambini quanto, soprattutto, ai genitori, che costringe a riflettere passando attraverso il linguaggio e il modo di vedere dei più piccoli. Scritto infatti in maniera piana e avvincente, è in grado di far prendere coscienza dei limiti del pensiero conflittuale e di mostrare una diversa via per affrontare le difficoltà della vita. Del resto, solo se non si diventa grandi e non si accettano il bene e il male non si è in grado di controllarli, perché solo così sei una persona intera.
Come suggerisce l’autrice stessa, La memoria è l’unica difesa che abbiamo contro il pericolo di commettere di nuovo gli stessi errori: sembra un monito banale, visto che ci viene ripetuto alla nausea, ma la Storia ci insegna che non c’è nulla di meno banale di ciò che non riusciamo mai ad imparare e a realizzare. E la pace è molto più semplice.

SHARE
Articolo precedenteUgo Riccarelli – Il dolore perfetto
Articolo successivoZsolt Szájbely – Ingresso alla casa delle memorie
Heiko H. Caimi
Scrittore e sceneggiatore, insegna scrittura creativa dal 1999. Ha collaborato con la casa editrice Tranchida dal 2007 al 2009 come docente di Scuola Forrester e come membro del CdA e redattore del comitato editoriale, nonché come autore sulle riviste telematiche “Gluck59” e “Tenekè”. Ha collaborato come autore di novelle con gli editori Mondadori e GVE e pubblica racconti, articoli, recensioni e poesie con diverse riviste telematiche. Ha partecipato come poeta alla VII Edizione della Carovana dei Versi nel 2012-2013, e sue opere sono state pubblicate nel 2013 all’interno dell’antologia edita dalla Casa Editrice Abrigliasciolta di Varese. Ha tenuto corsi di scrittura e di sceneggiatura presso la libreria Egea dell’Università Bocconi di Milano, presso l’I.I.S. A. Lunardi di Brescia, in svariate biblioteche e associazioni del comprensorio bresciano e in alcune scuole svizzere. Un film per cui ha scritto la sceneggiatura è stato opzionato due volte e ha collaborato come sceneggiatore a una produzione internazionale (“Haiti Voodoo”, 2011). In un lontano passato ha suonato in svariati gruppi musicali e ha collaborato a numerosi cortometraggi. Attualmente vive e lavora a Brescia. Dal 2002 è Presidente di Magnoliaitalia e dal 2013 è docente e direttore della Bottega della Scrittura di Brescia, scuola professionale per scrittori.

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *