Cristina Pacinotti – Giorni senza tempo

0
120

Un lockdown forzato, un virus che uccide e che devasta il pianeta; una scatola di ricordi, fotografie e oggetti di un tempo lontano. Cristina Pacinotti viaggia a ritroso fino al suo primo giorno di vita, quello in cui “è nata la regina”, e, ricordando, si racconta. La sua vita, la sua famiglia, i luoghi dell’infanzia, la sorella minore, il fratellino inaspettato: una vita piena di avventure, viaggi, passioni, baci rubati in spiaggia e nei boschi; relazioni estive che la investono con tacchi e glitter e l’immenso amore per i suoi figli.
Cristina ricorda e, allo stesso tempo, vive un tempo in cui nulla è più reale, dove tutto sembra muto e ovattato, nel quale per uscire devi mettere la mascherina e lavare le mani ad ogni gesto. Un mondo senza baci e senza abbracci, dove nulla è più come dovrebbe essere.

Il carosello di ricordi ci accoglie inducendoci a salire sul cavallo della giostra e facendoci incontrare, insieme all’autrice, nonne e zie, cugine vere e cugine fantasma, cani, tanta marjuana, Parigi, la campagna, la città, le suore con i baffi e la paura che la vita finisca con il vuoto di questa reclusione forzata, che nessuno di noi ha voluto o auspicato.

Cristina Pacinotti è una narratrice eccezionale, capace di comunicare non solo attraverso le immagini, ma anche con i suoni e i profumi di un passato che rievoca anno dopo anno, facendo riemergere anche in noi ricordi cristallizzati nella memoria.
Giorni Senza Tempo è un romanzo che rilascia molteplici emozioni, attraverso la narrazione di una vita piena e rocambolesca, di grandi amori e piccole delusioni. Un libro per esorcizzare il dolore di questi mesi e ricordare che nonostante tutto, come recita la frase di copertina, c’è dell’oro in questo tempo strano.

P.S. Pregevole la copertina di Gipi.

Lascia un commento

Scrivi un commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

inserisci CAPTCHA *