William Wall – Dichiarazione circa i recenti esperimenti sull’anima umana

0
1134

Devo dire che, naturalmente, mi sono impegnato con un  giuramento a mantenere il segreto, il mio capo ha insistito su questo. Il che rende a dir poco difficile per me, forse addirittura impossibile, essere completamente onesto su ciò che è successo, senza contare il mio stato d’animo circa quei fatti così complessi. Devo dire subito che sono stato educato nei principi della religione cattolica. Il che, se possibile, rende le cose ancora più complicate. Quindi, per farla breve, abbiamo trovato la cosa abbastanza facile una volta saputo cosa stavamo cercando. Lui ovviamente non me l’ha detto. Io sono solo un tecnico e i tecnici non sentono mai il quadro generale. Ma lui aveva chiaro l’intero piano di gioco fino all’ultima virgola. Devo dire che ho enorme ammirazione per il capo. Il giorno della conferenza stampa finale fu una bomba totale per tutti, incluso il sottoscritto. Tutti i media si aspettavano qualcosa come un organo ed ecco una ricerca che studiava il cervello usando la PET e tutto il resto, ma avevano tutti torto, e lui sapeva fin dall’inizio che erano totalmente fuori strada.

Le proprietà elencate nell’appendice B, identificate completamente da me, vennero poi indicate da lui nell’articolo  come sue scoperte, ma io posso certificare le mie dichiarazioni in base a quaderni di laboratorio e anche a quaderni privati che, sorpresa sorpresa, coincidono esattamente con quelli di laboratorio. Ho tenuto un diario privato degli esperimenti da quando il capo mi ha descritto esattamente quello che voleva che facessi. Il che rende ancora più sensato andare avanti, vedendo quello che sta sostenendo. Vorrei dire che non mi sono mai sentito a mio agio, ma mi aveva assicurato: a) che era completamente legale e b) che non c’erano problemi etici, il che è importante per me, perché ho sempre considerato fondamentali le mie qualifiche professionali – anche se a dire il vero non mi avevano mai esattamente spiegato  quello che era etico e quello che non lo era, tendevo a restare abbastanza vicino a ciò che era legale.

Per quanto riguarda me, i media sono fuori strada. Non abbiamo mai usato cadaveri o simili; non abbiamo usato feti abortiti o materiali derivati da feti abortiti o neonati pretermine o altro. Tutti i nostri soggetti erano vivi prima e dopo gli esperimenti. A conti fatti, alcuni di loro capivano un po’ quello che stava succedendo, suppongo. Abbiamo usato maschi e femmine adulti il che, a essere onesto, per me era la parte migliore. Diciamolo chiaro, nessun maschio disprezzerebbe di applicare gli elettrodi a una giovane femmina in buona salute, non importa che forma abbia, in questo tipo di generale, e alcune di loro, naturalmente, non erano delle migliori. A essere onesti, il tipo di persone che si iscrivono per esperimenti sono generalmente drogati o qualcosa del genere, molto raramente studenti universitari di classe media, mi spiego. Ma in ogni caso devo dire che non avevano molti scrupoli in termini di morale; tendevano a non preoccuparsi molto di togliersi i vestiti e così via e di essere cablati. Naturalmente non ci interessava farli andare fuori di testa o altro, quindi cercavamo di dare loro qualcosa di bello per passare il tempo, sapete la roba che si dà in queste situazioni, come quando si va a fare un intervento, non vogliono che tu vada fuori di testa sul tavolo operatorio quando arrivano tutti quelli con le tute verdi e le maschere, così ti danno qualcosa di carino per tenerti calmo e rilassato, capite. E questa potrebbe essere una delle ragioni per le quali erano, come il capo amava dire, totalmente accondiscendenti; in realtà, come si può immaginare, non ne avevano mai abbastanza di quella roba. Non é vero che abbiamo dato loro farmaci amnesiaci, di cui comunque avevo sentito solo nei resoconti dei media sugli stupri. E se glielo chiedete, se riuscite a trovarne abbastanza, essi saranno in grado di testimoniare che si ricordano tutto, se si ricordano qualcosa, essendo per lo più drogati e così via. Con i soldi che gli abbiamo pagato avranno certamente potuto mettere le mani su tutto quel genere di cose. La mia ipotesi è che siano totalmente devastati. Fusi, sapete cosa voglio dire?

Devo dire che li ho pagati un po’ di più per i servizi resi, quelli che hanno reso servizi, e in ogni caso erano abbastanza abituati a farlo in modo da ottenere la roba che usavano. Così per loro non era niente di nuovo o comunque niente di speciale. Mi è costato un bel po’ della vecchia busta paga perché ogni sera andavo a vedere che fossero ben sistemati per la notte, avessero tutto il meglio nelle loro camere, lettori DVD e una macchinetta del caffè e che potessero avere DVD porno, che a volte mi guardavo con loro. Poi spostavo la faccenda su altro, perché si trattava di un accordo commerciale e non volevo che nessuno di noi si sentisse in qualche modo imbarazzato perché entrambi sapevamo dove ci trovavamo. A volte erano d’accordo e a volte no; se non erano d’accordo io non spingevo oltre la questione. In realtà ci riuscivo quasi ogni sera; coglievo l’occasione sapete, perché andando avanti ho potuto constatare che l’esperimento non sarebbe continuato per sempre; in ogni caso erano spesso molto eccitati, in giro nudi in questa splendida sala perfettamente riscaldata e climatizzata. Spesso ho visti loro stessi farlo con una sorta di intermittenza; non indossando abiti, erano diventati in un certo senso spudorati e animaleschi su questo; anche quando gli parlavi a volte avevano la manina laggiù, in parte a causa dei farmaci che gli stavamo dando.

Per essere onesti, di tutte quelle operazioni ho tenuto un registro finanziario che ho a casa perché volevo che tutto fosse alla luce del sole. Anche loro apprezzavano il denaro e non c’era niente di male. Quindi, per quanto mi riguarda, sono pronto a essere completamente aperto a tale proposito, non è un segreto per nessuno, i giornali ci hanno azzeccato e non ci sono ripercussioni sul mio capo che non ne sapeva nulla; non avevamo nessun tipo di sorveglianza, perché l’esperimento non lo richiedeva e non sarebbe stato abbastanza dignitoso per tutte queste persone vivere e dormire in camere dotate di telecamere che li seguissero ovunque. La cosa divertente è che abbiamo telecamere dappertutto, tranne che nei locali dedicati.

Quindi è così che ho potuto registrare la risposta agli stimoli. E posso darvi una notizia esclusiva su questo; esiste una relazione proporzionale tra la forza del campo energetico e la quantità di piacere e, sorpresa sorpresa, non è una relazione inversa; e questo non è affatto quello che dicono tutte le chiese e, andando avanti, porterà a una rivalutazione totale di alcuni dei comandamenti tradizionali.

La maggior parte delle persone si aspettano che l’anima sia a) un organo (la visione più semplice) o b) un puro mito (ora abbiamo provato che anche questa è una visione semplice). Il fatto è che l’anima è esattamente come descritto. Le carte del capo l’hanno stabilito e questo è il posto migliore per conoscere dettagli e definizioni esatte e così via; io qui sono più preoccupato delle accuse e della mia reputazione. E la peggiore accusa, per quanto mi riguarda, è di gran lunga quella su di me e gli uomini. Vorrei dire che non ho avuto rapporti sessuali con gli uomini. Con le donne, nessun problema, ammetto di essere stato lì a farlo, ma io non sono gay. Tali affermazioni sono false e prive di fondamento e l’uomo che le ha fatte era stato incaricato dai media, che l’hanno pagato, non c’è dubbio su questo se si vuole essere onesti. Devo dire che sono stato vittima di un’aggressione feroce e ingiustificata da parte di quel particolare signore, l’ho registrato nel quaderno di laboratorio, e ho dovuto difendermi, ero un pugile dilettante nell’adolescenza e so come usare i pugni e ammetto  che questo è il motivo per cui abbiamo avuto quello scontro. Questo è certamente accaduto e penso che si possa credere abbastanza facilmente alla mia versione dei fatti se si ricorda che il soggetto aveva una cartella clinica che comprendeva una leggera forma di schizofrenia. Non sarei qui a infrangere la riservatezza se non avesse fatto accuse fuori luogo sui media. Vorrei precisare che ho totale autocontrollo e non lo perderei mai su quel tipo di provocazione.

L’ultimo fatto che vorrei esprimere è quello di seppellire l’affermazione che abbiamo rubato le anime dei soggetti. Questa affermazione è ridicola. Se leggete le carte del capo, vedrete che l’anima non è una cosa concreta e che l’energia su cui vive è strettamente legata all’entità biologica, come dice lui stesso; in altre parole le anime sono personali. Semplicemente non si possono rubare. Non siamo a quel livello di sviluppo. Devo dire una cosa però e cioè, dopo un certo tempo abbiamo osservato una piccola incidenza del fatto di non essere in grado di localizzare le anime in alcuni soggetti, il che è del tutto casuale ed è in pratica un difetto dal punto di vista procedurale. Siamo sempre stati costretti a ricalibrare i nostri sistemi e ricontrollare le nostre misurazioni per tutti. Abbiamo concluso che i livelli oscillavano in base a qualche principio sconosciuto, per citare il capo. Sembra quasi che i soggetti potessero avere più o meno anima: mi piace il modo in cui ha descritto  le cose. Dal momento che non ho rivelato le mie attività notturne, non ho potuto informarlo che conoscevo abbastanza bene molti dei soggetti affetti e che tre delle ragazze, in particolare, erano state le più accondiscendenti, erano state molto buone con me e avevano anche i livelli più bassi. Sto preparando un mio articolo su questa idea, quindi non dico più nulla per ora, ma voglio andare oltre nelle più importanti riviste specializzate. Per essere onesti, questi stessi soggetti a cui mi riferisco, ne sono usciti piuttosto ben provvisti, grazie ai miei pagamenti extra-contrattuali; so per certo che a una di loro è andata bene e ora possiede metà di una tintoria a secco, che sta andando bene. Mi servo lì, quindi lo so.

Il capo parla sempre del quadro generale, ma io sono solo un tecnico così tengo l’occhio sulla palla e devo dire, in questo caso, che è stato un piacere essere coinvolto nel dimostrare almeno una cosa giusta della religione. Sono orgoglioso di essere stato coinvolto in un esperimento che ha stabilito senza ombra di dubbio l’esistenza dell’anima umana; è andato tutto bene, a parte i pochi che si sono lamentati, che comunque si sarebbero lamentati a prescindere.

Il capo ha già evidenziato i vantaggi, come il fatto che la religione potrà usare il nostro sistema per valutare le anime invece di confessioni e roba del genere, e le possibili applicazioni che se ne svilupperanno per terapie alternative e per l’industria cosmetica. Ma una cosa che ha trascurato, che devo dire è in fase del tutto sperimentale, è se sia possibile rimuovere o addirittura diminuire l’anima di un soggetto; questo poi a) potrebbe essere usato per punire i criminali b) potrebbe essere usato come mezzo per controllare i bambini attraverso un sistema di premi e c) potrebbe evolvere nella compra-vendita di anime o forse addirittura nella sostituzione anche totale dell’anima.

Sono coinvolto nel brevetto di un processo, totalmente in fase sperimentale, che è in grado di identificare le persone più suscettibili di avere un’anima diminuita e che non è coperto da brevetti o copyright del capo. Un sistema completamente nuovo che ha un potenziale incredibile per la Chiesa, la polizia, il governo e le imprese private. Il che, essendo io stesso un cattolico, è per me totalmente emozionante. Grazie.

Traduzione di Anna Anzani

SHARE
Articolo precedenteFrançois Torrent – Agente Nightshade: Bersaglio ISIS
Articolo successivoStoria di una ladra di libri
William Wall
William Wall è un romanziere irlandese, scrittore di racconti e poeta. Il suo lavoro è stato tradotto in diverse lingue; traduce dall’Italiano. Il suo romanzo This Is The Country (Questo è il paese) si è qualificato per il Man Booker Prize 2005 e si è classificato per il Young Mind Prize (Premio Giovane Mente) e per l’Irish Book Awards. I suoi racconti e le sue poesie hanno vinto numerosi premi, tra cui The Virginia Faulkner Award 2011. Il suo libro più recente - Ghost Estate, un volume di poesie - è stato tradotto in italiano come Le Notizie Sono (Moby Dick Editore). Ulteriori informazioni dal suo sito: www.williamwall.net 'Wall, che è anche un poeta, scrive una prosa così carica - allo stesso tempo lirica e sincopata - che è come se Kavafis avesse deciso di scrivere su una violenta famiglia irlandese.' The New Yorker 'Il tocco di Wall nella caratterizzazione dei personaggi è leggero e agile: molti descrivono chiaramente se stessi con poche righe di dialogo.' The Guardian 'E' un tale scrittore - lirico e crudele e audace e con metafore notevolissime'. Kate Atkinson. Fotografia di Herry Moore