fbpx

La pietra

Yeats poesia irlandese

Questa rubrica si chiama La Pietra in omaggio a una poesia scritta cento anni fa da W.B. Yeats.

Elaine Feeney

Elaine Feeney è, soprattutto, una femminista. La sua poesia esamina l'esperienza di essere donna in una società patriarcale, in particolare nell’Irlanda rurale, dove la...

Dave Lordan – Catechismo: questo è un Paese cattolico

D: Perché sono stati abusati centomila bambini? R: Perché questo è un Paese cattolico. D: Perché chi abusa la fa franca? R: Perché questo è un Paese...

Dave Lordan – Poesia per la campagna anti-Fracking

Attenzione a quello che vi parla del futuro dei vostri figli poiché ha una macchina per terremoti che ridurrà in macerie la vita dei vostri figli. Attenzione...

Dave Lordan – Tributo a Joe Strummer

Le tue parole erano stivali Joe, stivali di Lewisham quando la rivolta in bianco e nero e giallo abbatté la feccia nazista, e a Trafalgar Square nel...

Dave Lordan – La tribù perduta delle montagne di Wicklow

Io credo in loro, e per questo esistono. Fra le Montagne di Wicklow è più facile di quel che pensi starsene nascosto. Dietro cascate. Fra crepe prive di...

Dave Lordan – L’impossibile Paddy

Quando, a seguito della grande vittoria – quella grossa ‒ innumerevoli zeri dopo il suo nome ‒ egli offre ai suoi amici un serbatoio infinito di...

Dave Lordan – Io sono il Salmone

Sono il Salmone Sono il salmone in un ruscello avvelenato cercando di guarire me stesso a monte come voi. In parte guarito e in parte avvelenato allora E anche...

Dave Lordan

Tra le voci radicali della scrittura irlandese contemporanea quella di Dave Lordan è, forse, la più riconoscibile. Questo è dovuto in parte al suo...

Dave Lordan – Vicino

Caro il mio vicino in-debito-per-la-vita Suburbano, anonimo, col ghiaietto, con la casa di sogno preconfezionato Non ho la più pallida idea di chi tu sia Qual è il tuo...

Sarah Clancy – La mattina della luna del cacciatore, resto a...

La luce sbircia maliziosa questa sgargiante mattina d’autunno e atterra sugli alberi fuori dalla mia finestra con le loro foglie quasi cadute, e i richiami del puledro...